(Sesto Potere) – Forlì, 11 ottobre. “Il quadro economico-finanziario emerso dalla presentazione del bilancio consolidato del Comune di Forlì conferma il buon andamento e lo stato di salute di questa Amministrazione. La manovra appena approvata in consiglio grazie ai voti della maggioranza e a quelli del Movimento Cinque Stelle rappresenta l’ennesima testimonianza di quella che possiamo definire una gestione responsabile e lungimirante della macchina amministrativa, volta garantire gli equilibri di bilancio e tutelare gli investimenti”: questo il giudizio del Gruppo Consiliare Lega per Salvini Premier del Comune di Forlì.

“Anche nella declinazione delle partecipate il Comune di Forlì si conferma esempio da seguire. Pensiamo ad esempio al comparto fieristico, in perdita e a rischio fallimento fino al 2018. Oggi invece i conti della Fiera di Forlì registrano il segno più, a riprova dell’ottimo lavoro svolto in quest’ultimi anni sia dal Comune che dal Presidente Valerio Roccalbegni”: aggiungono i consiglieri leghisti.

“L’unica pecca riguarda “Forlí città Solare”, nata nel 2015 e successivamente assorbita in FMI, che nonostante le roboanti aspettative e l’inaugurazione in pompa magna, non ha mai prodotto utili e benefici. Ad oggi, piuttosto, si può dire con estrema sincerità che l’impianto di Villa Selva è un carrozzone insostenibile dal punto di vista economico finanziario”: commenta il Gruppo Consiliare Lega per Salvini Premier che per concludere riserva una nota polemica per il gruppo di opposizione Forlì & Co che “supportato da motivazioni farraginose, sterili, derivanti esclusivamente da pregiudizi di natura politica ancora una volta ha espresso il solo voto contrario”.