Forlì, intitolata area verde alla VIII Brigata Garibaldi Romagna. Circolo di Fratelli d’Italia: “Grave errore”

0
192
marco catalano

(Sesto Potere) – Forlì – 23 giugno 2021 – “Intitolare l’area verde del quartiere Romiti alla “VIII Brigata Garibaldi Romagna” è stato un grande errore. Una scelta avallata dall’ amministrazione comunale e presentata all’inaugurazione come un “riconoscimento storico che deve essere salvaguardato” che in realtà non tiene conto proprio dei fatti storici che nel loro complesso, dopo l’8 settembre, in tutta la penisola, videro migliaia di giovani italiani, su fronti opposti, immolarsi per la fedeltà a un ideale. A volte trucidati, come in decine di casi, in spietate rappresaglie comuniste, in odiosi crimini poi rubricati come ‘atti di guerra’ con gli esecutori graziati  dall’amnistia Togliatti. Continuare a glorificare acriticamente un periodo che è stato motivo di divisione e guerra civile è politicamente sbagliato e storicamente opaco, parziale e pretestuoso”: a scriverlo in una nota è il Circolo Territoriale di Fratelli d’Italia “Città di Forlì – Caterina Sforza”.

Bandiera delle Brigate Partigiane "Garibaldi" - YouTube
la bandiera delle Brigate partigiane Garibaldi

Oltretutto, ignorate le critiche e le osservazioni di Marco Catalano (nella foto in alto), consigliere comunale di Fratelli d’Italia, componente della Commissione toponomastica, nonché presidente dello stesso circolo Caterina Sforza, che per le ragioni sopra esposte si era opposto dichiarandosi “fermamente contrario” a tale intitolazione.

Una scelta, quella dell’ amministrazione comunale che invece ha accolto la proposta del Comitato di quartiere Romiti, che – spiega il Circolo Territoriale di Fratelli d’Italia di Forlì – “non potrà non avere conseguenze sul piano politico”.

“Nel nome di quella pacificazione nazionale, più volte invocata da varie personalità di ogni schieramento, come il presidente della Repubblica Carlo Azeglio Ciampi e il presidente della Camera Luciano Violante, sarebbe ora di mettere da parte tutto ciò che è motivo di divisione e lavorare per una memoria storica condivisa anche a beneficio delle generazioni future”: aggiunge il Circolo Territoriale di Fratelli d’Italia “Città di Forlì – Caterina Sforza”.

“Da un’amministrazione comunale di centrodestra è opportuno aspettarsi una scelta di discontinuità su quei fatti storici e il segnale che gli elettori forlivesi che hanno scelto di cambiare passo si aspettano, con una lettura più equilibrata e meno di parte di quel tragico periodo della nostra storia”: conclude il Circolo Territoriale di Fratelli d’Italia “Città di Forlì – Caterina Sforza”.