Forlì, in arrivo 3482 nuovi alberi, investimento da 400mila euro

0
94

(Sesto Potere) – Forlì – 5 novembre 2020 – Complessivamente, il progetto di rimboschimento urbano approvato nel pomeriggio di ieri dalla giunta comunale del sindaco Zattini e già previsto nel piano triennale degli investimenti, prevede di mettere a dimora un numero totale di 3482 nuove piante su una superficie complessiva di proprietà comunale di circa 62mila metri quadrati.

“Quelli che andremo a concludere entro la prossima primavera sono lavori di riqualificazione e rigenerazione urbana da realizzarsi con la finalità di implementare il livello di qualità ambientale della nostra città e, nello specifico, quella di alcune aree classificate come incolte. Il progetto prevede non solo la piantumazione di boschi urbani in 8 zone del forlivese al fine di sviluppare il sistema del verde pubblico” – spiega l’Assessore ai lavori pubblici Vittorio Cicognani – “ma anche i successivi interventi di manutenzione delle nuove realizzazioni”.

Le aree comunali interessate dai lavori di rimboschimento urbano sono le seguenti: area incolta in Via Piolanti (di oltre 14.000 mq con messa a dimora di 823 nuovi alberi e 65 arbusti); area incolta in Via F. Lami (circa 7.200 mq con messa a dimora di 468 nuovi alberi); aree incolte del Parco delle Crocerossine tra le Vie dei Bigi, Nadiani e Maceo Casadei in Frazione Quattro (oltre 3.800 mq con messa a dimora di 202 nuovi alberi); area incolta tra Via Crocetta e Via Balestra Frazione Carpena (oltre 2.900 mq con messa a dimora di 191 muovi alberi ); area incolta in Via Locchi (circa 5.000 mq con messa a dimora di 255 nuovi alberi); area incolta in angolo tra Via Golfarelli e Via Edison (circa 11.000 mq con messa a dimora di 548 nuovi alberi e 20 arbusti); area incolta di Via Ossi limitrofa alla Via Cavallina in Frazione Quattro (oltre 9.000 mq con messa a dimora di 466 nuovi alberi); area incolta di Via Vespignani (oltre 9.000 mq con messa a dimora di 444 nuovi alberi).

“Alcune aree interessate dalle citate piantumazioni – aggiunge l’assessore Cicognani – riguardano terreni per i quali si è ritenuto opportuno attribuire una classificazione urbanistica più consona rispetto a quella individuata in origine. L’obiettivo del progetto è pienamente coerente con i principi di rigenerazione urbana e desigillazione delle aree all’interno del territorio urbanizzato fissati dalla L.R. 24/2017, laddove si prevede di sostituire con aree verdi o boscate spazi destinati a trasformazioni edilizie.”
“Quello che andremo a realizzare nel corso dei prossimi mesi” – conclude l’assessore Cicognani – “è un nuovo modello di gestione del verde, attuato attraverso la creazione di boschetti urbani a bassa manutenzione in zone strategiche della città, caratterizzate da insediamenti residenziali, scuole, zone abitative in espansione e aree artigianali. Il progetto, che inizialmente prevedeva un impegno di spesa pari a 300mila euro ma che questa Amministrazione ha deciso di implementare con una variazione di bilancio di ulteriori 100mila euro, comporterà immediati e indiscutibili benefici a livello microclimatico, estetico e di benessere sociale riducendo notevolmente l’impatto dell’inquinamento atmosferico.”