Forlì, il sindaco Zattini presenta le priorità del bilancio di previsione 2020-2022

0
130
zattini in piazza saffi

(Sesto Potere) – Forlì – 11 dicembre 2019 – Nel primo bilancio di previsione – valido dal 2020 al 2022 – presentato dalla nuova giunta comunale di centrodestra guidata dal sindaco Gian Luca Zattini la parola d’ordine è: “investimenti”. Più di 73milioni di euro nei prossimi tre anni per un programma investimenti che si focalizza su quattro principali assets strategici: scuole, quartiere razionalista, impianti sportivi e verde pubblico.

Per quanto riguarda le scuole il sindaco spiega: “Il nostro patrimonio edilizio scolastico va rimesso al centro dell’azione di governo. Prevediamo interventi strutturali di messa in sicurezza, di progettazione, di ampliamento e ammodernamento di moltissimi plessi. Investiremo con metodo e innovazione per l’educazione e la formazione delle nuove generazioni”.

Le azioni di riqualificazione e rilancio del quartiere razionalista , nel solco di una valorizzazione di un prezioso patrimonio storico-urbanistico, riguarderanno prima di tutto Viale della Libertà, Piazzale della Vittoria, l’ex Gil e il Parco della Resistenza. L’amministrazione interverrà implementando l’arredo urbano e valorizzandolo, ‘raccontando’ la storia di questo quartiere – edificato nel Ventennio – “che merita di essere narrato”.

Per gli impianti sportivi il Comune ha messo a bilancio circa 7milioni di euro con l’obiettivo di “ridare ‘dignità’ e sicurezza” alle palestre del forlivese.
Quanto al verde pubblico si prevede un primo ciclo di potature che riguarderà nelle prossime settimane ben 2.416 alberature per una spesa complessiva di circa 281mila €. I tecnici incaricati interverranno nelle zone più critiche del forese ma anche nell’area del centro storico.

giunta Zattini ph sabatini

In merito alle opere pubbliche, invece, sono previsti a bilancio anche 500mila euro riservati con urgenza per la messa in sicurezza e l’ammodernamento di una decina di alloggi popolari; per interventi sulla viabilità urbana, sul patrimonio immobiliare e sugli impianti di illuminazione pubblica.

“Non abbiamo ‘messo mano’ alle aliquote comunali e ‘ci’ siamo fatti un regalo. A decorrere dal 1° gennaio 2020, e per tutte le annualità 2020-2021-2022, è prevista l’esenzione dal pagamento del canone per le occupazioni temporanee e permanenti di suolo pubblico, realizzate dai pubblici esercizi autorizzati alla somministrazione di alimenti e bevande, con gli allestimenti esterni, “dehors”, regolarmente autorizzati. Questa è la nostra manovra. Non abbiamo la bacchetta magica e nemmeno la presunzione di poter rivoluzionare il sistema. Ma abbiamo l’ambizione di fare piccoli passi in funzione del benessere, economico e sociale, di Forlì e dei forlivesi”: commenta il sindaco Gian Luca Zattini.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here