Forlì, il Palazzo del Merenda inserito nella “Lista Rossa” di Italia Nostra

0
225
palazzo del merenda

(Sesto Potere) – Forlì – 26 gennaio 2020 – Nella campagna virtuale dei beni in pericolo Italia Nostra ha inserito nell’apposita “Lista Rossa” anche il Palazzo del Merenda di Forlì.

palazzo del merenda

Dopo lavori di consolidamento di solai e restauri di decorazioni alle pareti delle sale della Biblioteca comunale; è tuttora chiusa per sospensione dei lavori anche una parte importante della Biblioteca e manca un progetto complessivo di restauro.

La Sezione forlivese di Italia Nostra ha intrapreso una campagna presso Comune, Soprintendenza, cittadini e scuole per sollecitare la ripresa dei lavori al Palazzo del Merenda già promossi dalla precedente amministrazione, offrendo supporto alla progettazione e facendo richiesta di aperture periodiche delle Sale principali agibili per visite guidate promuovendone contestualmente la conoscenza con incontri e pubblicazioni.

Palazzo del Merenda è identificato ormai da un secolo come sede degli Istituti Culturali della Città ed ancora ospita un patrimonio culturale, storico e artistico di altissimo valore.

“Ex Casa di Dio, l’edificio venne costruito dall’architetto Giuseppe Merenda nel 1720 con la struttura a crociera tipica dell’architettura ospedaliera italiana del Rinascimento, replicata in periodo barocco con accorgimenti tecnologici e spaziali di grande respiro. Dismessa la funzione ospedaliera nel 1914, venne utilizzato per le “Esposizioni Romagnole Riunite” (1921), dando in seguito origine alla sede degli Istituti culturali della città (Musei e Biblioteca). Con la destinazione a Musei del convento di San Domenico e l’apertura di Palazzo Romagnoli come sede gestionale ed espositiva, alcune importanti collezioni e sezioni della Pinacoteca vi sono state trasferite.

Il Palazzo è in molta parte chiuso dal 2012, nonostante vi siano tuttora presenti la Biblioteca con le importanti sezioni dei Fondi Antichi e delle Raccolte Piancastelli, gran parte della Pinacoteca, il Museo Archeologico, già chiuso dal 1996, quello Etnografico (fra i più importanti d’Italia con il Pitrè di Palermo), l’Armeria Albicini e i depositi. Fino all’emergenza coronavirus erano accessibili parte della Biblioteca e, su prenotazione, il solo salone principale della Pinacoteca. Lo stato in cui versa attualmente l’edificio è preoccupante e l’allarme di Italia Nostra riguarda anche il ricco patrimonio artistico e bibliotecario conservato all’interno del Palazzo, che potrebbe essere messo a repentaglio dalla prolungata chiusura”: evidenzia Italia Nostra di Forlì in una nota. 

scalone Palazzo del Merenda

La campagna nazionale di Italia Nostra della “Lista Rossa” è lo strumento attraverso il quale l’Associazione raccoglie ogni giorno denunce e segnalazioni dalle proprie sezioni e da cittadini attenti e responsabili, di beni comuni o paesaggi in abbandono o bisognosi di tutela, siti archeologici meno conosciuti, centri storici, borghi, castelli, singoli monumenti in pericolo.

 Gli elenchi dei beni culturali e monumenti manchevoli di un’appropriata manutenzione e a rischio sono molti ( 48 per ora ) inseriti a livello nazionale testimoniando l’urgenza di pensare a come difendere questo immenso patrimonio da superficialità e incuria.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here