Forlì, Giovanni Amadori: dialogo con amministrazione per riapertura mercati vintage

0
505
giovanni amadori

(Sesto Potere) – Forlì – 17 luglio 2020 – Anche a Forlì riapriranno i mercati dell’usato vintage, come già consentito dalle normative in materia di emergenza sanitaria covid-19? Il Governo ha conferito ampia discrezionalità alle Regioni e alle amministrazioni locali al riguardo.

giovanni amadori

“Le associazioni nazionali di categoria, per il tramite dei rispettivi referenti locali mi hanno contattato affinché iniziassi un percorso di dialogo con la nostra amministrazione, allo scopo di programmare la riapertura anche nella nostra città anche per tale settore. Questo in un’ottica di uniformità con gli altri comuni della Romagna che, già da settimane, consentono la vendita di abbigliamento usato e vintage”: informa in una nota Giovanni Amadori , esponente di Fratelli di Italia Forlì.

“Un passo in avanti dovuto, onde evitare la definitiva estinzione di questo settore nella nostra città – in continua espansione da prima della pandemia – che ha trovato una brusca battuta di arresto per l’emergenza sanitaria e che, sorprendentemente, non gli viene consentito di ‘ripartire’. E’ il caso di precisare, infatti, che i forlivesi, ad oggi, sono costretti a recarsi al di fuori del proprio comune per poter soddisfare ciò che, prima di tutto, va considerato a pieno titolo una occasione di svago e passione: girare per mercatini vintage e dell’usato, anche nel settore dell’abbigliamento ed accessori, costituisce un momento che oramai appartiene a tutti noi”: aggiunge Giovanni Amadori che riferisce di aver “esposto e documentato” la problematica trovando “nell’amministrazione interlocutori attenti e interessati alla problematica”, anche “grazie alla collaborazione del collega responsabile nazionale della Categoria interessata alla riapertura”.

Amadori racconta che sul tema anche il capogruppo Davide Minutillo, ha proposto un question time, nel corso dell’ultima seduta del Consiglio Comunale, trovando “risposte positive in un’ottica di ripartenza”.

“Auspico che tali risposte si concretizzino nella revoca definitiva della ordinanza (ad oggi in vigore) che impedisce la riapertura del Vintage / abbigliamento ed accessori usati nel nostro comune. Ovviamente seguendo un protocollo che consenta la tracciabilità e il riscontro della avvenuta sanificazione di quanto posto in vendita in questo settore: protocollo da me documentato nei particolari alla nostra amministrazione”: conclude Giovanni Amadori.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here