(Sesto Potere) – Forlì – 4 novembre 2021 – Presentato in Municipio a Forlì il progetto definitivo di realizzazione della strada di “Collegamento veloce Forlì-Cesena” (per anni chiamata “via Emilia Bis”) 1° e 2° lotto. Presenti: Gian Luca Zattini, sindaco del Comune di Forlì; Giuseppe Petetta, assessore alla Mobilità e Viabilità del Comune di Forlì; Milena Garavini, sindaco del Comune di Forlimpopoli; Adriano Bonetti assessore ai Lavori Pubblici e Viabilità del Comune di Forlimpopoli; tecnici del Comune di Forlì e Forlimpopoli che hanno collaborato alla realizzazione del progetto.

L’intervento, un’arteria della lunghezza di due chilometri, ha un costo complessivo di 7 milioni di euro già interamente finanziato  dal Fondo di coesione sociale. L’inizio dei lavori è previsto per l’estate del 2022. Conclusione dell’opera entro la fine del 2023. Collaudo e apertura della strada al traffico entro la prima metà del 2024.

“Si tratta di un’opera importantissima per la Romagna, che si pone come obiettivo quello di alleggerire il traffico urbano-residenziale della zona industriale, innalzare i livelli di sicurezza e dare impulso alle aree commerciali del territorio. Quando ci siamo insediati, abbiamo subito avviato un’interlocuzione proficua con l’Amministrazione comunale di Forlimpopoli per “fare la nostra parte” e cominciare a realizzare i lavori del 1° e 2° lotto”: ha detto il sindaco Zattini.

Il 1° lotto ha una lunghezza di 1.500 metri, parte dalla rotatoria dell’ area Marcegaglia scavalcando la frazione di San Leonardo fino a connettersi con la tangenziale ovest di Forlimpopoli e prevede anche la costruzione di tre nuove rotatorie (su via Mattei, verso la tangenziale e nello svincolo della viabilità secondaria).
Il 2° lotto, per una lunghezza di 600 metri, unisce via Selva e via del Bosco, e prevede la costruzione di una rotonda per alleggerire la strada dal carico dei mezzi pesanti.

“Se abbiamo potuto illustrare alla città le tappe di questo straordinario progetto, lo dobbiamo prima di tutto alla disponibilità, alla voglia di fare squadra e alla serietà del sindaco di Forlimpopoli, Milena Garavini, al lavoro dell’assessore alla Viabilità del Comune di Forlì, Giuseppe Petetta, a quello dell’assessore ai Lavori Pubblici, Vittorio Cicognani e dell’assessore ai Lavori Pubblici e Viabilità del Comune di Forlimpopoli, Adriano Bonetti.”: ha aggiunto il sindaco di Forlì che ha colto l’occasione per ringraziare anche i tecnici senza i quali “nulla sarebbe stato possibile” grazie alla professionalità dimostrata nella progettazione del “Collegamento veloce Forlì-Cesena” .

Zattini ha ringraziato anche l’Ing. Claudio Maltoni, direttore generale di FMI; l’Ing. Dario Camporesi, responsabile dell’Area Infrastrutture di FMI; l’Arch. Cristian Ferrarini, dirigente del Servizio Infrastrutture Mobilità Verde del Comune di Forlì; l’Arch. Raffaella Mazzotti, responsabile del Servizio Urbanistica Territorio e Ambiente del Comune di Forlimpopoli; e l’Ing. Andrea Maestri, responsabile Settore Lavori Pubblici del Comune di Forlimpopoli: “Queste persone, insieme, hanno posato la prima pietra della Romagna di domani. Una Romagna che fa sistema, interconnessa con il sistema Paese e pronta ad affrontare le grandi sfide del terzo millennio”.