(Sesto Potere) – Forlì – 19 luglio 2021 – Per il Ciclo “Autori in Fabbrica”, mercoledì 21 luglio 2021, alle ore 21.15, alla Fabbrica delle Candele, si terrà la presentazione del libro: “Zibaldino di un prof in quarantena”, di Matteo Saccone. Introduce Marco Viroli, direttore artistico della Fabbrica delle Candele. Ingresso gratuito.

Zibaldino di un prof in quarantena - Matteo Saccone - Libro - Mondadori  Store

Molti hanno scritto durante il lockdown, difficile non trovare chi non abbia provato, in quel periodo, a mettere l’isolamento e la solitudine nero su bianco. Ma esiste una rilettura dell’emergenza che cerca un senso in quel quotidiano frustrato e devastato dalla noia. Una rilettura fatta di pensieri, appunti e riflessioni tenuti assieme dalla bellezza salvifica della letteratura. È quella di Matteo Saccone, giovane professore di lettere. La letteratura come categoria interpretativa del reale: i testi di Virginia Woolf e Dante, di Kundera e Moravia, di Pavese, Kafka e tanti altri si intrecciano alla nostalgia per la vita senza mascherina. I classici e la grande cinematografia entrano in dialogo con la quotidianità di un insegnante arrabbiato e affamato di significato.

«Tutto questo ci insegna che più cederemo alla civiltà digitale, più assumerà bellezza, importanza e valore economico ciò che ci manterrà umani».

Matteo Saccone, 31 anni di Forlì. Laureato in Lettere Moderne e in Italianistica presso l’Alma Mater Studiorum di Bologna, entrambe le sue tesi di laurea hanno indagato il rapporto fra la Prima guerra mondiale e i principali testi della letteratura italiana ed europea. Ha scritto per il settimanale «Il Momento» e collaborato con la rivista «Il Nuovo Areopago» occupandosi di Peguy, Tolstoj, Dostoevskij e Montale. Nel 2007 ha vinto la XIV edizione del Certamen Ennianum, concorso internazionale di traduzione e commento dal latino. è arbitro di calcio. Oggi è docente di materie umanistico-letterarie. Per CartaCanta ha pubblicato nel 2016 Peter Pan è morto in guerra – La Grande Guerra in letteratura.