(Sesto Potere) – Forlì – 27 ottobre 2022 – “Lo scorso maggio, a pochi mesi dallo scoppio della terribile guerra in Ucraina, ho realizzato che quest’anno ricorrevano i cento anni dalla nascita avvenuta il 6 agosto del 1922 di Padre Ernesto Balducci (nella foto in basso). Presbitero, scrittore e intellettuale italiano. Figura ricca e poliedrica, negli anni Ottanta è stato protagonista di numerosi convegni promossi dalla rivista da lui fondata «Testimonianze» che avevano come ispirazione il tema: “Se vuoi la pace prepara la pace” offrendo un contributo originale e di grande respiro ai movimenti pacifisti italiani e, soprattutto, all’elaborazione di una cultura della pace. Fu proprio per questo motivo che alcuni anni più tardi quando nel Consiglio dell’allora Circoscrizione n.2 e nel quartiere Romiti, in particolare il consigliere Bruno Scarpi e i componenti del quartiere stesso, tra cui Valter Valmori, vollero indicare questa figura per l’intitolazione della futura area verde, insita proprio nel quartiere Romiti. A testimonianza del grande riconoscimento di impegno civico, politico e religioso attraverso convegni, scritti e opere dell’importanza della pace tra i popoli, della solidarietà, della cooperazione internazionale e dei diritti umani”:

ricorda Elisa Massa, (nella foto in alto), esponente Pd e vicepresidente del Consiglio Comunale di Forlì.

“L’area verde in fregio alla via Sapinia, nel quartiere Romiti a lui intitolata è stata in questi anni il suo cuore pulsante, attestazione dell’integrazione tra generazioni, popoli e culture, essendo frequentata da bambini, giovani, famiglie e anziani. E in attesa dell’installazione di una nuova targa, esplicativa della figura di Balducci e dell’ottima scelta compiuta tanti anni fa, l’Istituto comprensivo “Tina Gori” e il Quartiere Romiti, che ha raccolto il mio suggerimento, sta predisponendo entro la fine dell’anno una manifestazione con la partecipazione degli studenti, delle insegnanti, dei cittadini del Quartiere e dei tanti forlivesi che si vorranno unire”: continua Elisa Massa.

Nell’attesa, la vicepresidente del Consiglio Comunale di Forlì ritiene interessante partecipare all’incontro che il 28 ottobre alle ore 21:00 presso il Centro per la Pace di Forlì in via Andrelini 59 è stato organizzato dal titolo: “La lezione di Ernesto Balducci fra memoria e futuro”, a lui stesso dedicata, in occasione del suo centenario e dei 10 anni di Marcia della Pace della Romagna. Con la presenza, oltre a Severino Saccardi (direttore di “Testimonianze”), di Lisa Clark di Beati i costruttori di pace e referente ICAN per la Rete Italiana Pace e Disarmo.

E nel segno di un auspico di pace in questi tempi di guerra e all’insegna del dialogo tra culture tanto auspicato da Padre Ernesto Balducci la consigliera Elisa Massa ricorda che: “martedì scorso Papa Francesco, ha riunito al Colosseo tutti i leader religiosi con alcune testimonianze e discorsi, seguiti da un minuto di silenzio per ricordare le vittime della guerra, del terrorismo, della violenza e della tratta di esseri umani. Si è rivolto, però, non solo ai leader religiosi ma anche chi governa richiamandoli ad ascoltare “il grido della pace”. Al termine, la firma dell’Appello di pace di Roma da parte di Papa Francesco e degli altri capi religiosi, poi consegnato ad alcuni ragazzi e ragazze – come simbolo di tutti i giovani del mondo – dalla scrittrice, testimone della Shoah, Edith Bruck“.

Fondazione Balducci - Fondazione Ernesto Balducci