Forlì, Covid e Terzo settore. Tassinari: I dati dell’azione del Comune

0
200
rosaria tassinari

(Sesto Potere) – Forlì, 12 maggio. L’Assessore comunale al Welfare, Rosaria Tassinari, intervenuta nel pomeriggio di ieri in Commissione 3°, ha fatto il punto sulla situazione del Terzo Settore in relazione all’emergenza sanitaria da Covid-19: “I progetti approvati da questa Amministrazione, per e con il Terzo settore, costituiscono un elemento importantissimo per la definizione di nuove politiche sociali. Le organizzazioni di volontariato e le associazioni di promozione sociale presenti nel nostro territorio hanno saputo far arrivare una risposta concreta ed immediata alle persone più fragili colpite dal virus”.

“Certamente, il Covid ha rappresentato per le nostre infrastrutture sociali una sfida nelle sfide. Le mutate situazioni di crisi dettate dalla pandemia hanno richiesto la rapida riprogettazione, nonché il potenziamento, delle iniziative di quest’Amministrazione a sostegno del terzo settore. Abbiamo dunque riperimetrato l’offerta dei servizi comunali a favore di anziani, disabili e categorie più fragili, stanziando risorse straordinarie in funzione dell’imprevista emergenza sanitaria”: ha aggiunto l’assessore.

Si inseriscono in questo contesto una serie di iniziative volte a sostenere il tessuto socio assistenziale del nostro Comune.

Tra queste , elenca l’assessore, si segnalano: la concessione di 70 mila € di contributi, in collaborazione con la Fondazione Cassa dei Risparmi di Forlì, a centri diurni per anziani non accreditati che hanno riaperto i propri servizi con l’attuazione di procedure Covid senza aumentare le rette a carico degli utenti, la fornitura di tamponi rapidi per consentire le visite dei parenti agli ospiti in strutture residenziali per disabili e anziani in collaborazione con l’Associazione Salute e Solidarietà, la riprogettazione con adeguamento tariffario dei centri diurni per anziani e disabili con il riconoscimento dei costi aggiuntivi riferiti a copertura assistenziale di gruppi di utenti più piccoli (mediamente 5/7 persone), costi di sanificazione, maggiori costi di trasporto, la copertura dei posti vacanti causa Covid in tutte le CRA accreditate del distretto con il pagamento della tariffa socio-sanitaria per i posti mantenuti vuoti per isolamento precauzionale e copertura quasi totale dei posti vacanti causa cluster in struttura.

“Per ultimo, ma non per importanza, abbiamo erogato contributi straordinari a soggetti del Terzo Settore per la realizzazione di progetti sociali a favore di persone anziane finalizzati alla prevenzione delle fragilità e al contrasto dell’isolamento sociale. L’Amministrazione Comunale ha destinato per questa iniziativa una somma complessiva di 35 mila € di risorse proprie.”: conclude l’Assessore comunale al Welfare, Rosaria Tassinari.