Forlì, consiglio approva attivazione postazioni di telepresenza nelle RSA

0
155

(Sesto Potere) – Forlì – 17 dicembre 2020 – Nell’ultima seduta del Consiglio comunale di Forlì è stata approvata all’unanimità la mozione, presentata dal gruppo consiliare di Forlì e Co. , per l’attivazione di postazioni di telepresenza nelle RSA cittadine.

La mozione ha preso le mosse dalle notizie, apparse sulla stampa nazionale, relative all’avvio, in 10 RSA della città di Milano (5 del Comune, 5 private), di un progetto sperimentale di telepresenza, al fine di consentire un contatto tra ospiti e loro familiari, il più possibile vicino al dialogo di persona.

Il progetto milanese, denominato “Eccomi!” è stato promosso da Fondazione Amplifon, Comune di Milano e le società Cisco e Durante; coinvolge 2.100 anziani; prevede l’installazione in ogni RSA, secondo la formula del comodato d’uso gratuito, di una postazione di telepresenza Cisco Webex DX80, con maxi schermo, immagini in alta definizione e audio potenziato; consente un collegamento molto agevole da parte dei familiari, mediante qualsiasi dispositivo connesso a internet (smartphone, Pc o tablet); e mette a disposizione un’assistenza continua agli utenti da remoto.

Considerato che il progetto “Eccomi” costituisce un importante esempio di collaborazione tra pubblico e privato nell’affrontare le sfide che la recrudescenza della pandemia da Covid 19 pone al nostro paese e, sotto il profilo tecnico, si avvale della stessa piattaforma Cisco Webex utilizzata dal Comune di Forlì per consentire lo svolgimento da remoto delle sedute del Consiglio comunale e delle Commissioni consiliari, il Consiglio comunale di Forlì ha condiviso l’esigenza che l’Amministrazione comunale di Forlì verifichi in concreto la fattibilità di un analogo progetto di telepresenza nelle RSA cittadine, che vada ad arricchire e implementare i sistemi di contatto telematico ospiti-familiari già operanti in alcune strutture (come ad es. la Casa di riposo Zangheri) e/o si affianchi alle significative esperienze recentemente avviate al fine di mantenere le relazioni interpersonali degli ospiti, come la “stanza degli abbracci” presso la Casa di riposo Orsi Mangelli: spiegano Federico Morgagni e Giorgio Calderoni.

calderoni e morgagni

Per questo, la mozione presentata dal gruppo consiliare Forlì e Co. impegna il Sindaco e la Giunta comunale “ad attivarsi – con l’urgenza determinata dalle attuali difficoltà di relazioni interpersonali che vivono gli ospiti delle RSA della nostra città – affinché venga verificata in concreto la fattibilità di un progetto di telepresenza nelle RSA cittadine con il coinvolgimento e la partecipazione della Fondazione Cassa dei Risparmi di Forlì, nonché di altri soggetti pubblici e privati, aperti a forme di collaborazione pubblico-privato”.