Forlì, con Unicef le Pigotte in corsia al Morgagni

0
243

(Sesto Potere) – Forlì – 30 dicembre 2020 – Grazie a una collaborazione nata tra il Comitato Provinciale per l’Unicef di Forlì-Cesena e l’Ospedale G.B. Morgagni e L.Pierantoni di Forlì, fortemente voluta dalla dott.ssa Francesca Vaienti e sostenuta con entusiasmo dalla dott.ssa Elena Vetri, è stato possibile, nella giornata di oggi, distribuire presso la struttura le Pigotte, le bambole realizzate a mano che da anni sono simbolo di solidarietà.

Un momento molto importante per allietare le giornate dei bambini/e che in questo periodo natalizio, già sotto tono, si trovano in ospedale. Un momento che vuole essere solo l’inizio di un progetto che guardi sul lungo periodo, con ulteriori donazioni, momenti di incontro e iniziative al fine di rendere la realtà in cui viviamo sempre più a misura di bambino.

Al personale sanitario sono state dedicate le Pigotte con le divise professionali: un gesto che nasce dal riconoscimento per quello che hanno fatto e stanno facendo gli operatori di questo settore, in prima linea nella lotta contro il virus COVID-19. Un semplice modo per ringraziarli e riconoscere il valore del loro lavoro, la loro dedizione, umanità e coraggio.

ingresso ospedale forlì

Le Pigotte sono bambole dal “cuore di pezza” ma aiutano Unicef a salvare milioni di bambini. Grazie al cerchio solidale a cui dà vita, questa strenna esclusiva e speciale offre momenti di svago e di condivisione e contemporaneamente lega chi le realizza, chi le adottata e i bambini più svantaggiati che Unicef potrà aiutare, offrendo loro un futuro migliore.

Le bambole portate in dono dal Comitato Unicef di Forlì-Cesena per mano della presidente Chiara Morale, assieme ad alcuni volontari, sono state realizzate dagli alunni delle classi della Scuola Primaria San Giorgio di Cesena e dalle mani sapienti di alcune volontarie del Comitato: Bruna Campana, Angela Casadei, Paola Macherozzi, Doriana Massa e Miriam Montanari che instancabilmente si sono mette all’opera rendendo possibile questa donazione.

A questo grande cerchio di solidarietà ha partecipato anche l’azienda Linea Sterile s.r.l. che ha donato le stoffe utilizzate per la realizzazione dei vestiti delle pigotte: grazie al riciclo creativo è stato possibile recuperare gli scampoli delle divise che sarebbero altrimenti finiti al macero, dando loro una seconda vita.