(Sesto Potere) – Forlì, 16 maggio. Come già avvenuto nei due esercizi precedenti, anche per il 2022 il Comune di Forlì ha deciso di rinviare la scadenza per il pagamento dell’acconto dell’Imu dal 16 giugno al 16 settembre prossimo, senza incorrere in sanzioni o interessi.
“Visto il perdurare delle gravi ripercussioni socioeconomiche dettate dall’epidemia su famiglie e imprese e a causa dell’incidenza della crisi dovuta all’aumento incontrollato delle materie prime, abbiamo deciso di riproporre il differimento dell’imposta municipale unica (IMU) così come già deliberato lo scorso anno. La sfida della ripartenza è lunga e certamente non semplice. È in quest’ottica che, d’intesa con i nostri uffici, abbiamo deciso di riproporre per il 2022 uno strumento semplice ed immediato volto ad alleviare gli effetti della crisi per i nostri cittadini. Il versamento della prima rata dell’Imu, fissato per il prossimo 16 giugno, potrà quindi essere posticipato al 16 settembre 2022 senza incorrere in sanzioni o interessi”: dichiara in una nota l’Assessore al bilancio Vittorio Cicognani.
Per i fabbricati di categoria D l’Amministrazione Comunale è potuta intervenire solo per la quota di propria competenza, in ragione del venir meno dello stato di emergenza nazionale.