(Sesto Potere) – Cesena – 21 gennaio 2023 – Nella giornata di ieri, a Cesena, si sono tenute le celebrazioni per la ricorrenza di San Sebastiano, patrono della Polizia Locale. Alle ore 10, presso il Duomo è stata officiata dal Vescovo della Diocesi di Cesena-Sarsina, S. E. Mons. Douglas Regattieri, la Santa Messa.

Mentre alle ore 12, nella sala del Consiglio del palazzo comunale il comandante della Polizia Locale di Cesena, Montiano e Mercato Saraceno Andrea Piselli, insieme ai Comandanti degli altri comuni della provincia di Forlì-Cesena hanno presentato in conferenza stampa (vedi foto qui in pagina) agli organi di informazione i dati relativi all’attività svolta nel corso del 2022. 

Polizia locale di Cesena – Mercato Saraceno – Montiano 
Il 2022 che si è concluso ha visto gli Agenti della Polizia locale di Cesena impegnati su molti fronti, in concomitanza con il riavvio massiccio di tutte le attività post-pandemia e con nuovi orizzonti di impiego da percorrere. La ripresa della vita ordinaria, dopo l’emergenza sanitaria, è stata rappresentata dalla grande quantità di impegni legati alle 40 manifestazioni sportive (gare e corse podistiche, ciclistiche) che hanno interessato il territorio. A questi eventi si sommano altre grandi iniziative, come ad esempio la partita di calcio della nazionale contro l’Ungheria in primavera, l’Iron Man e “Evviva” nella zona del Cubo in autunno. Le operazioni quotidiane di controllo della velocità, di infortunistica stradale, con un numero di incidenti tornato ai livelli pre-covid, ma almeno non aumentato, si sono alternate con un assiduo controllo del territorio nella zona più critica della città, contrastando la diffusione della droga e le condotte antisociali e criminali. Frattanto lo sviluppo di una particolare attenzione verso i fenomeni di marginalità sociale, che questa fase di tempo ha acuito, si è concretizzato nell’adozione di protocolli condivisi con gli altri interlocutori istituzionali per intercettare tempestivamente e ridurre drasticamente i casi di abbandono scolastico dei minori e le occupazioni abusive degli immobili. Le attività operative condotte sono inoltre il frutto di una azione di ammodernamento strutturale del Corpo, che è consistita nell’assunzione di nuove risorse, reclutate in numero di 20 con contratto di formazione lavoro, addestrate e avviate al servizio; nell’applicazione di tutto il personale a una pluralità di mansioni secondo il principio della versatilità e nell’organizzazione funzionale del Corpo in maniera più snella. Gli investimenti tecnologici e strumentali vanno nella direzione di una modernizzazione piena, attraverso una costante implementazione di materiali, tecniche e progetti, per corrispondere ad una esigenza di aggiornamento inarrestabile e adeguata alle aspettative che provengono dall’utenza. Così sulla base dell’iniziativa congiunta dei comandi contigui sono state sperimentate anche forme di collaborazione territoriale, comprendendo operazioni pianificate di polizia stradale su larga scala, cooperazione episodica per singoli eventi impattanti, convenzionamento per specifici servizi, addestramento comune e si proseguirà sperimentando ogni buona pratica che possa accompagnare una ricerca dell’eccellenza che non si ferma mai. 

Polizia Locale di Forlì
Nel corso del 2022 la Centrale operativa è stata contattata da oltre 30 mila cittadini. I posti di controllo effettuati sono 1760, veicoli controllati 18.500, 200 i servizi nelle aree verdi e nei parchi della città. Sono 836 i sinistri rilevati, di cui 420 con lesioni, 413 con danni e 3 mortali. In merito alle attività di prevenzione per il miglioramento della sicurezza stradale, si comunica che sono stati elevati ben 10.768 verbali. Fondamentale anche il presidio delle zone più sensibili, come le scuole: 3132 svolti dagli agenti della Polizia Locale e 3328 da Nonno Vigile. L’Unità antidegrado invece ha svolto 413 servizi: 60 con l’ausilio dell’Unità cinofila e in collaborazione con Start Romagna, a supporto della sicurezza sui mezzi del trasporto pubblico locale. Per quanto riguarda l’attività della polizia del commercio e a tutela del consumatore: sono state controllate 434 attività, di cui 266 esercizi commerciali e 147 pubblici esercizi. Sono 59 le violazioni accertate. 

Polizia Provinciale di Forlì-Cesena
La Polizia Provinciale di Forlì-Cesena è suddivisa in tre nuclei specialistici che caratterizzano le principali attività svolte. Ittico-venatoria è l’attività maggiormente rappresentativa, nonché la genesi del Corpo. È una delle mansioni delegate dalla Regione, tra le quali si evidenziano l’impegno nella vigilanza venatoria, con oltre 400 controlli e 3 denunce alla Procura della Repubblica nell’anno 2022 e la gestione dei piani di controllo numerico della fauna selvatica (nutria, cinghiale, volpe, corvidi, storni, colombi di città, gabbiano reale) che ha comportato il coordinamento di più di 10 mila uscite effettuate dagli oltre 700 coadiutori ordinariamente attivi. In particolare, nella Provincia di Forlì-Cesena, in relazione al cinghiale, permangono alcune gravi emergenze legate sia agli ingenti danni causati all’agricoltura (quantificabili nel 2021 in quasi 400 mila euro, costituendo oltre il 50% dei danni totali causati da tutta la fauna selvatica), sia alla pericolosità determinata dalla presenza della specie in zone di pianura e prima collina intensamente abitate ed in vicinanza di importanti vie di comunicazione urbane ed extraurbane ad intenso traffico. Non di secondaria importanza l’attuale emergenza sanitaria causata dalla Peste Suina Africana (PSA) in Piemonte, Lombardia e Lazio, in via di diffusione anche nelle aree limitrofe. Parallelamente, da tre anni il Corpo svolge controlli a campione su esercizi di ristorazione sia per verificare la tracciabilità delle carni di cinghiale somministrate, vista la varietà dei canali di provenienza anche illecita e pertanto non sottoposta ai dovuti controlli sanitari, considerata la diffusione e la pericolosità di malattie veicolate da questo suide, quali la trichinosi (trasmissibile all’uomo), la malattia di Aujeszkye e la PSA , sia per verificare la legittima provenienza dell’avifauna detenuta a fini alimentari. La Polizia Provinciale, ha svolto quasi 50 servizi in orari premattutini serali e notturni mirati al controllo di ricercatori di prodotti del sottobosco, quali funghi e tartufi, ed alla repressione del bracconaggio, con particolare riferimento all’illecita pratica dell’uccellagione (cattura di avifauna selvatica tramite reti e mezzi non selettivi), basandosi sia sulle segnalazioni pervenute che sulla conoscenza pregressa delle zone più “vocate” per questa attività. Contestualmente, nello svolgimento di verifiche volte al controllo dei soggetti autorizzati a vario titolo alla detenzione di richiami vivi, per accertare la conformità alla normativa vigente, ha effettuato 46 accertamenti sui detentori (sia privati che allevatori). La Polizia Provinciale coordina inoltre le guardie giurate volontarie in ambito ittico-venatorio, le quali, nell’arco del 2022, hanno effettuato circa 500 servizi controllando oltre 1.000 utenti. 

In campo ambientale, concentrando il proprio lavoro in ambito rurale, da due anni si è impegnata nell’attività di controllo sullo smaltimento illecito di rifiuti (31 ispezioni nel 2022) con particolare riferimento ai veicoli in stato di abbandono (14 procedimenti), che comportano accertamenti complessi ed articolati, spesso ulteriormente complicati dal coinvolgimento di persone di nazionalità straniera irreperibili o trasferitisi all’estero, col duplice obiettivo di rimuoverne le carcasse (per evitare un danno paesaggistico ed un serio rischio per l’ambiente per la possibile perdita di liquidi, anche pericolosi, che possono fuoriuscire dagli stessi con conseguente inquinamento del suolo e delle acque superficiali/sotterrane) ed agire a livello preventivo, ove possibile, con una corretta informazione circa la detenzione/destinazione di tali veicoli a fine vita. 

I controlli su strada Attività marginale che, pur con 5 unità in meno rispetto agli standard essenziali previsti dalla Regione, vede la Polizia Provinciale impegnata sulla vigilanza degli oltre 1.000 km di strade provinciali, con 301 posti di controllo ed oltre 1500 veicoli controllati. Polizia Locale Unione Romagna Forlivese Il 2022 si è caratterizzato per la necessaria riorganizzazione del servizio della Polizia Locale conseguente all’uscita dell’Unione del Comune di Forlì che ha reinternalizzato anche questa funzione. L’ufficio del Comandante, prima di Forlì, ha oggi sede a Predappio, presso i locali dell’Unione, già sede della comunità montana dell’Appennino forlivese, ora sede legale dell’Ente. Nel corso dell’anno il Corpo è risultato composto da 36 operatori di diversa qualifica: 30 agenti e 5 funzionari (dislocati nei comuni di Bertinoro, Castrocaro, Forlimpopoli, Meldola e Santa Sofia), oltre al Comandante. La Polizia stradale da gennaio a dicembre ha rilevato 46 incidenti, di cui uno mortale e 28 con feriti; ha effettuato 1313 posti di controllo fermando 7054 veicoli. Sono invece 200 i controlli sul rispetto dei limiti di velocità, 114 sul rispetto dell’obbligo della copertura assicurativa e della revisione periodica; 37 relativi ai tempi di guida e di riposo nell’autotrasporto professionale. La Polizia Amministrativa invece ha effettuato 76 controlli in materia di edilizia e ambiente; 292 commercio e pubblici esercizi; 786 servizi per ferie e mercati; 14 trattamenti sanitari obbligatori e 4220 accertamenti anagrafici. Per quanto riguarda l’attività svolta dalla Polizia Giudiziaria si rileva che sono state sequestrate 2 patenti con 2 recuperi di veicoli oggetti di furto; 9 le comunicazioni di notizia di reato inviate alla Procura della Repubblica.

Polizia Locale Unione Rubicone Mare
Gli agenti della Polizia Ambientale nel corso del 2022 hanno elevato 68 sanzioni amministrative per scorretto conferimento o abbandono rifiuti urbani; 4 denunce contro ignoti per abbandono rifiuti speciali; 1 denuncia per gestione illecita rifiuti speciali (con confisca autocarro). Venti invece sono le ispezioni effettuate dalla Polizia Amministrativa; 3 le sanzioni elevate per violazioni delle norme di commercio; 1245 gli accertamenti per anagrafe e Questura. In relazione al lavoro svolto dalla Polizia giudiziaria invece sono 3 le persone arrestate (due per spaccio, una per resistenza e lesioni a pubblico ufficiale), 13 denunciate (due per spaccio/coltivazione stupefacenti, due per furto, 3 per truffa). Rispetto ai servizi antidroga: sono stati sequestrati complessivamente 3,5 chilogrammi e 2.100 euro di proventi di spaccio. Per quanto riguarda le attività svolte dalla Polizia stradale: 18 persone denunciate per guida in stato di ebbrezza o sotto effetto sostanze; 132 incidenti stradali rilevati (di cui 2 mortali e 68 con feriti); 60 patenti ritirate; 116 veicoli sequestrati per mancata copertura assicurativa.  

Polizia Locale di Cesenatico 
Il 2022 è stato caratterizzato dall’attivazione di non pochi progetti fra i quali la “prevenzione e contrasto della vendita e dello spaccio di sostanze stupefacenti”, (nel triennio 2020-2022) come pure quello di “Spiagge sicure” 2022 e di Controllo notturno esteso dalle ore 21 fino alle ore 3 dal mese di giugno fino ai primi di settembre (in tutto 52 servizi) con un organico potenziale di 38 unità. Le attività di presidio e controllo del territorio, comprese le attività anti-abusivismo in spiaggia, sono state organizzate in relazione ad obiettivi e programmi definiti nei fogli giornalieri di servizio, in totale 1.591, messi in carico alle rispettive pattuglie. Il bilancio delle attività parla di 514 posti di controllo effettuati; 3.693 veicoli controllati; 18.972 violazioni al Codice della Strada (verbali + preavvisi); 10 violazioni art. 186 e 187; e 11 veicoli sottoposti a fermo; e 17 interventi per TSO – ASO. 

polizia locale cesena

Nel periodo in esame sono stati effettuati i rilievi di legge per 198 sinistri di cui 86 con lesioni e uno con esito mortale; i restanti 112 senza lesioni con danni a cose.
Nel 2022 si rilevano: 44 ricezioni di denunce, per lo più contro ignoti con furto bici; 16 segnalazioni alla Procura della Repubblica per abusi edilizi; 8 segnalazioni/notizie reato per reati stradali (186-189 Cds); 6 comunicazioni reati per lesioni colpose (stradali e non); 2 comunicazioni di reato per maltrattamento abbandono animali; 1 comunicazioni di reato per legge Merlin; 1 sub-delega indagini per c.d. codice rosso; e 4 accertamenti per illeciti (amministrative penali) inerenti a sostanze stupefacenti. 

Polizia Locale di San Mauro Pascoli

Per quanto riguarda San Mauro Pascoli, con 10 operatori complessivi, l’attività prevalente è quella diretta ai controlli in tema di Polizia Stradale. Durante lo scorso anno sono stati effettuati posti di controllo generici durante i quali sono stati controllati circa 4.000 veicoli (controllo relativo almeno ai documenti di guida). Sono stati effettuati 69 posti di controllo con strumentazione Telelaser dai quali sono scaturiti 245 verbali per eccesso di velocità. A queste operazioni si sommano: 62 posti di controllo con strumentazione Targa System, che hanno portato al controllo di circa 118.000 veicoli e dai quali sono scaturiti 800 verbali per mancanza di revisione e 115 per veicoli privi di assicurazione. Sono stati redatti 39 tra fermi e sequestri per violazioni al Codice della strada. Sono stati rilevati 44 incidenti stradali. 

Polizia Locale di Longiano 
Dopo gli anni bui e faticosi della pandemia che ci ha comunque visto in prima linea su tanti fronti, stiamo tornando alla normalità e con il cambio dell’Amministrazione comunale avvenuta a giugno scorso, si è aggiunto anche un grande lavoro per la gestione dei tanti progetti che hanno messo in campo. Il servizio è formato dalla Comandante e 2 agenti, a cui si aggiunge una risorsa stagionale nel periodo estivo. Sono tante le giornate e le serate che impegnano gli agenti sul fronte della tutela dei cittadini e della sicurezza degli eventi. Quest’anno sono stati più di 40. Nel periodo natalizio ci si è concentrati sulla LONGIANO DEI PRESEPI, ma durante l’anno tante sono le iniziative sportive, soprattutto ciclistiche, manifestazioni culturali, ricreative e politiche. Oltre alle manifestazioni, il ruolo della Polizia Locale è centrale anche sul fronte stradale con operazioni relative al controllo stradale, rilevazione di incidenti, alla lotta al contrasto della microcriminalità. 

L’accelerazione dei processi di digitalizzazione, avvenuta in pandemia ha rinnovato completamente il modus operandi.  

Alla conferenza stampa sono intervenuti 
il Sindaco di Cesena e Presidente della Provincia di Forlì-Cesena Enzo Lattuca, l’Assessora alla Sicurezza Luca Ferrini, e i comandanti della Polizia Locale della provincia di Forlì-Cesena: Polizia Provinciale Forlì Cesena – Elisa Camorani, Polizia Locale Forlì – Andrea Gualtieri, Polizia Locale Cesena Montiano Mercato Saraceno – Andrea Piselli, Polizia Locale Unione Romagna Forlivese – Daniele Giulianini, Polizia Locale Unione Rubicone e Mare – Alessandro Scarpellini, Polizia Locale San Mauro Pascoli – Cristiano Antonini, Polizia Locale Bagno di Romagna – Tina Valbruzzi, Polizia di Cesenatico, Ispettore Claudia Ferri.