(Sesto Potere) – Forlì – 10 febbraio 2022 – “Ho condiviso la proposta della Associazione Forlì Cambia, a cui appartengo, di celebrare i sessant’anni di carriera musicale del soprano forlivese Wilma Vernocchi. Ed ho quindi immediatamente deciso di contribuire con un incremento di forte impatto culturale e sociale nella già interessante iniziativa promossa. La mia idea, già portata alla attenzione del consiglio direttivo della stessa Associazione presieduta da Paola Casara, si articola essenzialmente in due punti: innestare in tale iniziativa una raccolta fondi da devolvere a due associazioni per la ricerca contro il cancro (da me già individuate) e ritagliare uno spazio “dedicato” in base alla “scaletta” dell’evento per un “duetto” di Wilma Vernocchi con una artista mia cara amica “mezzosoprano” che già ha manifestato al sottoscritto la propria disponibilità”: a scriverlo in una nota è Giovanni Amadori (nella foto in alto).

Wilma Vernocchi

“Le voci femminili mezzo soprano – aggiunge Amadori – sono veramente rare e difficilmente disponibili. L’amica che proporrò (il nome lo comunicherò in seguito) è una grande artista mezzosoprano. Una donna con una voce che definisco “semplicemente” emozionante ed eccellente. In tale occasione il giusto riconoscimento alla carriera dell’artista, potrà quindi unirsi e spostarsi anche in contesti con rilevanza non solo culturale ma sociali e tanto attuali quali quelli dell’aiuto e promozione della ricerca contro “quel brutto male” : il cancro”.

“In qualità di Presidente della “Associazione Dino Amadori” di cui presto comunicherò la nascita, sarò lieto di fornire il massimo sforzo e contributo nella organizzazione dell’evento collaborando e rendendomi sin d’ora disponibile per quanto potrà occorrere per definire e portare a compimento questa nobile iniziativa che da tempo medito di realizzare. E questo è il momento giusto: dopo questi ultimi anni di emergenza sanitaria e limitazioni nella socialità tutti noi abbiamo voglia e bisogno di speranza e vicinanza”: conclude la nota di Giovanni Amadori.