Forlì, cancellato concorso di idee per piazza Saffi. Morgagni e Calderoni: incomprensibile

0
150
calderoni e morgagni

(Sesto Potere) – Forlì – 7 luglio 2021 – Nel corso della seduta consiliare di lunedì, il gruppo Forlì e Co. ha presentato una mozione con la quale si chiedeva di riattivare il bando pubblico per un concorso di idee per il rilancio di piazza Saffi.

Il bando, che si proponeva di raccogliere idee e proposte da parte di professionisti, associazioni, organizzazioni economiche per “caratterizzare, valorizzare e rendere attrattivi” gli spazi della piazza, migliorandone “il comfort ambientale e promuovendo le attività presenti e lo sviluppo economico e sociale” sulla base di una visione che concepisce questo spazio “come luogo di incontro, socializzazione e crescita identitaria, civica e culturale”, era stato pubblicato negli ultimi giorni della precedente consiliatura sulla base di un progetto condiviso fra Amministrazione e ordini professionali.

municipio di forlì

“Successivamente, tuttavia, il 24 giugno 2019 l’allora appena insediato Sindaco Zattini ne aveva stabilito la sospensione in attesa di ulteriori approfondimenti. Da allora il bando è rimasto sospeso in un limbo di indeterminatezza, senza che i preannunciati approfondimenti siano stati realizzati e ne sia stato deciso il destino. Tuttavia, in questi due anni le ragioni che ne avevano motivato l’indizione non solo sono rimaste attuali ma, se possibile, sono divenute ancora più urgenti, a seguito di una crisi economica che si è ripercossa duramente su diverse attività del Centro storico (si veda il caso Eataly) e in assenza della presentazione del piano della Giunta per il cuore della nostra città”: evidenziano i consiglieri comunali di Forlì e Co. Federico Morgagni e Giorgio Calderoni (nella foto in alto).

“In conseguenza di tutto ciò, abbiamo chiesto che venissero rotti gli indugi e il Consiglio comunale impegnasse l’Amministrazione a riattivare un progetto che, per i suoi contenuti e finalità, rappresenta uno strumento utile a valorizzare idee innovative e favorire percorsi partecipativi aperti al contributo della cittadinanza per la rivitalizzazione del centro di Forlì. Sulla nostra proposta si è tuttavia aperto un dibattito a tratti surreale nel quale, in assenza del Sindaco (che quindi non ha chiarito le ragioni reali della sospensione del progetto nel 2019), gli esponenti della Giunta e della maggioranza hanno esposto una sequela di motivazioni contorte e confuse per giustificare l’incomprensibile decisione di bocciare la nostra proposta. Addirittura, per motivare un atteggiamento in contrasto con il semplice buon senso, si è arrivati a dire che “l’Amministrazione non ha bisogno di idee” e che un concorso pubblico aperto al contributo dei cittadini “è in contrasto con gli obiettivi di mandato della Giunta”.

In conclusione dunque, pur con alcune defezioni di singoli consiglieri della maggioranza, la proposta di Forlì e Co. è stata respinta e il concorso di idee definitivamente cancellato.

“Quello che invece resta è l’assoluto stallo di progettualità dell’Amministrazione che, ad onta di tutta la retorica e la propaganda dispiegata in campagna elettorale e in questi due anni, sta per tagliare il traguardo di metà mandato senza essere riuscita nemmeno ad elaborare un abbozzo di piano per il Centro storico, e che tuttavia è talmente prigioniera del proprio atteggiamento chiuso e autoreferenziale da respingere ogni confronto ed ogni contributo, non solo delle opposizioni ma perfino dei cittadini stessi”: concludono Federico Morgagni e Giorgio Calderoni.