(Sesto Potere) – Forlì – 7 gennaio 2022 – Sull’ipotesi – più volte richiamata nel dibattito forlivese – di un allargamento, un rafforzamento, della giunta comunale del sindaco di Forlì Gian Luca Zattini, si aggiungono nuovi tasselli.

Pochi giorni fa, al Resto del Carlino di Forlì, lo stesso Zattini ha assicurato il rimpasto “entro poche settimane”, in coincidenza con la più volte annunciata “verifica di metà mandato”, aggiungendo di aver chiesto ai partiti della maggioranza di individuare una personalità “rispettabile e competente” e in caso di due nomi non escludendo la valutazione di dover ‘sacrificare’ un componente della giunta pur valutando che “tutti gli assessori in carica hanno lavorato bene”.

Zattini e Morrone

Anche intervistato dal Corriere di Romagna il sindaco Zattini  alla domanda se il nuovo anno porterà un nuovo assessore in giunta ha risposto: “Probabilmente sì, anche alla luce di alcune esigenze che si delineano. Sicuramente prendiamo atto di questa necessità e provvederemo di conseguenza, ma senza nessun tipo di preoccupazione”.

Quattro giorni fa, intervistato dal Carlino di Forlì il deputato Jacopo Morrone, segretario della Lega in Romagna, alla domanda se sia favorevole ad un rimpasto di giunta ha risposto che: “Questa giunta funziona, ha un buon equilibrio e ha tenuto botta in un anno complesso con il Covid. Non c’è la necessità di andare a cambiare le cose. Non c’è l’esigenza. Quando si è fatta la giunta non ci siamo messi a fare spartizioni politiche, abbiamo invece deciso di guardare alla competenza delle persone”.

Lo stesso Morrone ha comunque fatto intendere che dell’argomento si parlerà nella verifica di metà mandato rispetto alle elezioni amministrative del 2019.

Oggi registriamo l’intervento del capogruppo della Lega, Massimiliano Pompignoli, che intervistato dal Corriere di Romagna in merito all’ipotesi di allargamento della giunta ha fra l’altro dichiarato: “è un’operazione che andava già fatta, per me è quasi tardi, solleciteremo affinché si concretizzi il prima possibile, di sicuro entro gennaio” … “La maggioranza ne ha già discusso e al riguardo, è coesa e compatta condividendo l’esigenza di allargare la squadra visto che si sono create le condizioni politiche per farlo”.

Nel dettaglio, a parere di Pompignoli: “è legittimo dare a Fratelli d’Italia, cresciuta moltissimo in termini di voti anche a Forlì, un ruolo in giunta”.

biondi e viroli

Si ribadisce una scelta – politicamente rilevante per gli equilibri di maggioranza – che comunque dovrà essere sintetizzata dal sindaco Zattini.

Nei giorni scorsi il capogruppo comunale di Forza Italia Lauro Biondi – nel corso di una conferenza stampa aperta a tutti i mass media locali – ha annunciato che considererà un “atto politicamente ostile” la nomina di un assessore di Fratelli d’Italia e che in caso di nomina agirà di conseguenza.

Ed è noto che è in corso da novembre tra  i tre ex consiglieri di Fdi guidati da Davide Minutillo, ora vicini a Coraggio Italia, con i vertici della Lega e lo stesso sindaco un confronto per un ingresso di una personalità a loro riconducibile o da loro indicata in giunta.

Si gioca in queste ore la soluzione del rebus per disinnescare il rischio frattura nella maggioranza di centrodestra.

Verifiche sono in corso, e tocca proprio al sindaco Gian Luca Zattini – al netto delle critiche già avanzate dal gruppo comunale del Pd che ricorda come: “siano altre le emergenze da risolvere in città – comporre il rebus dell’allargamento della giunta senza scompaginare l’assetto (ed i voti di maggioranza in consiglio) dell’alleanza che gli ha garantito fino ad oggi il governo della città.