(Sesto Potere) – Forlì – 23 dicembre 2021 – S’è svolta oggi , nella saletta dei gruppi di maggioranza del Comune di Forlì, una conferenza stampa del gruppo consiliare di Forza Italia dedicata ad alcuni temi politico/amministrativi locali: le elezioni provinciali tenutesi il 18 dicembre scorso (che hanno visto l’elezione a presidente di Enzo Lattuca, che ha avuto la meglio sullo sfidante Roberto Canali); il bilancio comunale (con l’elenco delle proposte avanzate dal partito e accolte nella prossima programmazione di mandato); la situazione interna a Forza Italia (anche in relazione ad alcuni consiglieri che hanno abbandonato il partito); e l’annuncio della convocazione di un’assemblea programmatica di Forza Italia indetta e organizzata a Forlì dallo stesso gruppo consiliare comunale.

Presenti, oltre al capogruppo comunale Lauro Biondi, anche  l’ex consigliere provinciale Rotilio Biserna e il coordinatore provinciale di Forza Italia Seniores di Forlì Massimo Viroli.

Biondi e Viroli

Sull’ipotesi – più volte richiamata nel dibattito forlivese – di un allargamento, un rafforzamento, della giunta del sindaco Zattini, il capogruppo azzurro Biondi ha fra l’altro dichiarato: “Si trovino le soluzioni possibili perché noi non abbiamo pregiudizi e veti da porre nei confronti di nessun partito. Ma chiediamo che l’individuazione delle candidature ad assessore non rappresenti un palese atto ostile nei confronti di Forza Italia. L’individuazione di un assessore che provenga dal gruppo ‘famoso’ (ci si riferisce a Fratelli d’Italia) e da un consigliere che è uscito da Forza Italia determinerebbe un assessore per un transfuga (il riferimento è a Marco Catalano) e un consigliere in più, anche lui transfugo (questa volta si parla di Fabrizio Ragni, il primo dei non eletti) che approderebbe in quel gruppo. Perché credo sia un torto alla nostra gente che non mi sento di assorbire e consentire”.

In merito allo scenario del nuovo consiglio provinciale di Forlì-Cesena Biondi ha immaginato un coordinamento dell’opposizione di centrodestra in capo proprio a Roberto Canali che dovrebbe organizzare il raccordo.

Mentre per l’ assemblea programmatica di Forza Italia c’è una data: il prossimo 19 marzo 2022. “Come gruppo consiliare non possiamo indire un congresso, tocca al partito farlo. Ma possiamo indire una grande assemblea programmatica per parlare con la nostra gente, andare nel territorio fra la gente, e chiamare a raccolta giovani e meno giovani che vorranno dare il contributo ad una forza politica che consideriamo determinante per il governo della città e della nazione”: ha detto Biondi.

Biondi ha altresì annunciato l’intenzione di inviare una lettera alla capogruppo azzurra in Regione Valentina Castaldini ed al governatore regionale Stefano Bonaccini affinchè il capogruppo comunale di Forza Italia a Forlì (lui stesso: “ho l’età giusta e sono stato il più votato, tra i più votati in regione”) possa essere delegato per conto dell’assemblea regionale dell’Emilia-Romagna alle procedure di elezione del presidente della Repubblica: in base all’articolo 83 della costituzione, infatti, il Capo dello stato viene eletto non soltanto dal parlamento in seduta comune ma anche con l’apporto di 3 delegati per ogni regione.