(Sesto Potere) – Forlì – 27 ottobre 2021 – Prende il via oggi – come ogni anno a fine ottobre – si terrà a Forlì l’ottava edizione di 900fest, un festival di storia organizzato dalla Fondazione Alfred Lewin e da altre realtà del territorio e patrocinato da Comune di Forlì e Regione Emilia-Romagna, che vuole guardare al passato, ma al contempo interrogarsi sul presente. (leggi il programma di 900fest 2021). Tutte le conferenze si terranno presso il Salone comunale di Forlì e l’accesso a tutte le iniziative, sempre gratuito, sarà condizionato come da DL 23/07/2021 n. 105 al possesso di Green pass o di certificato negativo di un test molecolare o antigenico rapido.

Il programma

La rassegna si aprirà mercoledì 27 ottobre, nel pomeriggio, alle 16.30, al Salone comunale di Forlì con un focus sulla questione “centro e periferia” che la pandemia e ora il PNRR hanno riportato al centro del dibattito. Ne parleranno Anna Maria Poggi, Marco Cammelli e Fulvio Cortese. Alle 20.45, Fabrizio Barca e Piero Ignazi discuteranno di società, associazionismo e partiti. Moderatrice: Daniela Preziosi.

Domani giovedì 28 ottobre, al mattino, verrà presentato il volume di Rosalyne Chenu “In lotta contro le dittature. Il Congresso per la libertà della cultura, 1950-1978”. Dialogheranno con l’autrice Cesare Panizza e Alessandro Giacone.
Alle 16.30, si terrà un incontro con Massimo Teodori, Roberta de Monticelli ed Ernesto Galli della Loggia sull’antitotalitarismo in Italia nel Secondo dopoguerra; in serata verrà proiettato il documentario sul padre del community organizing intitolato “The Democratic Promise: Saul Alinsky and his Legacy”, documentario di Bob Hercules e Bruce Orenstein presentato da Marianella Sclavi.

La mattina di venerdì 29 ottobre, dalle 9.30, sarà dedicata alla figura di Saul Alinsky, con l’incontro tra Marianella Sclavi, Mattia Diletti, Alessandro Coppola e Diego Galli.

Nel pomeriggio Michael Walzer dialogherà con Elisabetta Galeotti e Anna Lombardi sul tema “Azione politica. Guida pratica per il cambiamento”. A introdurre e coordinare la sessione sarà Michele Battini.

Venerdì sera Miro Gori introdurrà “Dio delle zecche: storia di Danilo Dolci in Sicilia”. Un documentario del 2015, diretto da Leandro Picarella e Giovanni Rosa, che racconta la figura e la storia di Danilo Dolci attraverso il viaggio che il figlio più giovane, En, percorre dalla Svezia, paese in cui è cresciuto, fino in Sicilia (in collaborazione con Sede Sicilia della Fondazione Centro Sperimentale di Cinematografia).

La mattina di sabato 30 ottobre, dalle 9.30, verrà affrontato un tema di grande attualità: come ripensare le città dopo la pandemia, e in particolare come coniugare, anche alla luce delle esperienze di Parigi, Barcellona e Milano, benessere dei cittadini, salute pubblica, lotta al cambiamento climatico e bisogno di comunità. A “Le città dopo la pandemia” parteciperanno Cristina TajaniMichele D’AlenaAndrea Membretti Ivana Pais.

Sabato 30 ottobre, nell’incontro conclusivo, dalle 16.30, si parlerà di come la crisi sanitaria e la corsa ai vaccini, l’emergenza economica e lavorativa e ora la necessità di una forte e rapida ripresa abbiano rilegittimato l’azione pubblica, ma al contempo messo in evidenza le molte insufficienze di questa organizzazione produttiva e sociale. Del “ritorno dello Stato”, e in generale di come ripensare un rinnovato rapporto tra pubblico e privato, capace di valorizzare le esperienze della società civile attiva e il ruolo dei corpi intermedi, discuteremo con Salvatore Biasco, Silvia Giannini, Maria Cristina Marcuzzo e Michele Salvati.

Info

a questo link, la pagina con le schede di tutti i relatori dell’edizione 2021

900fest è organizzato da:

Istituto per la Storia della Resistenza e dell’Età Contemporanea della provincia di Forlì-Cesena, Fondazione Alfred Lewin, Anpi Forlì-Cesena, Associazione Mazziniana Italiana Sezione “G. Bruno” di Forlì, Associazione Olof Palme, Fondazione Luciano Lama, Cooperativa Ricreativo Culturale Alessandro Balducci – Forlì, Cgil Forlì, Circolo Acli Lamberto Valli, Cisl Romagna, Uil Forlì, Arci Forlì, Endas Forlì, Unione degli Universitari Forlì, Rivista Una Città, Associazione Culturale Tonino e Arturo Spazzoli

in collaborazione e con il patrocinio di:

Ministero dei beni e delle attività culturali, Regione Emilia-Romagna, Comune di Forlì, Provincia di Forlì-Cesena, Forlì città universitaria di arte, cultura e sport – Università di Bologna – Dipartimento di interpretazione e traduzione, Atrium, Istituto Nazionale Ferruccio Parri – Insmli

Comitato scientifico:

Pietro Adamo, Salvatore Biasco, Michele Battini, Patrizia Dogliani, Wlodek Goldkorn, Fabio Levi, Marie-Anne Matard-Bonucci, Paola Salvatori, Nadia Urbinati, Michael Walzer

Con il contributo di:

Legacoop, Fondazione Cassa dei Risparmi di Forlì, Assicoop Romagna Futura-Unipol Sai