(Sesto Potere) – Forlì – 13 aprile 2022 – Il Liceo Classico G.B. Morgagni di Forlì sta vivendo una primavera densa di appuntamenti, in cui finalmente i ragazzi ritrovano il piacere di incontrarsi, dopo le lunghe restrizioni invernali e nei quali si sposano le conoscenze con le competenze, la vita simulata e quella reale.

E’ così che lo scorso 7 aprile 2022 il Liceo G.B. Morgagni ha ricevuto nell’ambito del progetto “Forlì per il Libano”, a cui partecipa la classe terza B classico gemellata con una classe dello Smart college di Tiro, una delegazione composta dal sindaco di Forlì Gian Luca Zattini, il sindaco della città di Tiro Hassan Dbouk, accompagnato dall’interprete, il maggiore Leano Pannozzo, Maria Teresa Indellicati presidente dell’associazione NoViArt che ha promosso e sostenuto il gemellaggio fra il liceo forlivese e lo Smart College di Tiro.

Il dirigente del liceo Morgagni, Marco Lega, ha accolto gli ospiti con un caloroso saluto nel quale ha evidenziato come i valori dell’amicizia e della condivisione, che la classe 3BC ha sperimentato fattivamente in questi mesi di scambio culturale e di condivisione, seppure a distanza, con gli amici di Tiro, siano la strada maestra per superare e prevenire i conflitti.

E’ intervenuto il sindaco Zattini che ha sottolineato il grande contributo dei Libanesi, quando ancora erano chiamati Fenici, alla cultura fiorita presso i popoli mediterranei.

Il tema delle guerre, che oggi si combattono nel mondo, è più volte emerso negli interventi, anche il maggiore Pannozzo, ha raccontato la straordinaria esperienza di sette mesi in Libano del 66° reggimento di Forlì che ha contribuito a costruire dei ponti fra la nostra città e il Libano per aiutare materialmente la popolazione, ma soprattutto per costruire la pace.