(Sesto Potere) – Forlì – 4 gennaio 2022 – Uno spettacolo magico e divertente che conduce il pubblico dei bambini ad una riflessione profonda sull’importanza dell’onestà di chi governa un paese. Con lo spettacolo: “Un topo, due topi, tre topi… Un treno per Hamelin” di Accademia Perduta/Romagna Teatri proseguono, giovedì 6 gennaio alle ore 11, gli appuntamenti Family al Teatro Diego Fabbri di Forlì, organizzati in collaborazione con il Centro per le Famiglie della Romagna Forlivese.

Lo spettacolo, scritto dal regista Claudio Casadio insieme a Giampiero Pizzol e Marina Allegri, è interpretato da Mariolina Coppola, Maurizio Casali e James Foschi. Scene di Maurizio Bercini e regia di Claudio Casadio.

Si ricorda che, in osservanza dei D.L. anti-Covid attualmente in vigore, l’accesso ai Teatri per i maggiori di 12 anni è consentito esclusivamente se in possesso di “Super Green Pass” (certificato di vaccinazione e/o guarigione da Covid-19) e, ad esclusione dei bambini sotto i 6 anni, è necessario indossare mascherine di tipo FPP2 dal momento dell’ingresso e per tutta la durata dello spettacolo.

Lo spettacolo

C’è un patto segreto tra il Signore dei topi e il Re della città di Hamelin.

I topi sono ingordi di cibo e il Re di monete d’oro. Per questo è avvenuta la grande e terribile invasione… La tranquilla città di Hamelin è governata da gente avida e corrotta, pronta a sacrificare la città per arricchirsi. I topi son dappertutto: nei letti e sui soffitti, nei cassetti e sui piatti; il cuoco li trova in cima alla torta, le lavandaie in mezzo al bucato. La città cade in rovina… la peste dilaga….

La figlia del Re, ignara di tutto, supplica il padre di trovare una soluzione.

Si affiggono bandi e giungono, come in una fiera, Imbonitori, Inventori, Ammazzaratti… ma tutto è inutile. Solo il suono del flauto fatato può riportare la speranza su Hamelin. Ma il magico Pifferaio, per catturare l’enorme Capo dei topi, ha bisogno dell’aiuto dei bambini. Sette di loro, come le sette note del suo flauto, potranno finalmente liberare la città per sempre.

E, alla fine, nella gabbia da circo, resterà l’esemplare più raro di tutta la razza topesca che i tre attori girovaghi condurranno sulle piazze, narrando ogni volta, al suono della fisarmonica, l’antica e affascinante leggenda del Pifferaio di Hamelin.

Non solo una fiaba, dunque, ma un gioco di rime, di musica e di teatro che coinvolge gli spettatori come avveniva un tempo su tutte le piazze dove la realtà si mescolava alla fantasia.

Gli attori, accompagnati in scena da musiche eseguite dal vivo, danno vita ad innumerevoli personaggi in una scenografia che, come una scatola magica, si trasforma, dando vita a suggestive ambientazioni e continue sorprese.

Teatro d’attore, canzoni e musica dal vivo

Ingresso gratuito. Prenotazioni telefoniche (0543 26355): dal martedì al sabato dalle ore 11 alle ore 13 e dalle ore 16 alle ore 18 (escluso il periodo dal 24 dicembre al 3 gennaio). (Info: 0543 26355 , sito web: accademiaperduta.it)