(Sesto Potere) – Forlì – 8 dicembre 2020 – Pur nella consapevolezza che il Natale di quest’anno segnato dal Covid e dalle limitazioni che la pandemia ci ha imposto, non abbiamo voluto rinunciare a celebrarlo ed abbiamo illuminato questa bellissima piazza, trasmettendo un messaggio di speranza e di solidarietà, soprattutto per gli imprenditori, che qui in centro storico non si arrendono. E allora abbiamo voluto regalare ai forlivesi una città addobbata a festa, viva, e orgogliosa della sua storia che sarà raccontata sulla facciata del municipio con questo spettacolo straordinario di viodeomapping”:

con queste parole il sindaco di Forlì Gian Luca Zattini, sul palco da tutta la giunta comunale (vedi foto qui a lato, ndr), e anticipato dalla presentazione del vicesindaco Daniele Mezzacapo, oggi – festa dell’Immacolata – ha dato il via alla cerimonia di accensione dell’albero di Natale e delle luminarie e degli addobbi in piazza Saffi, nelle strade e nelle principali piazze (Melozzo, Duomo e Cavour/delle Erbe) del centro storico di Forlì.

Un’iniziativa presentata pochi giorni fa in conferenza stampa dall’assessore comunale al Centro storico Andrea Cintorino che, nell’occasione, aveva parlato di un Natale “di squadra” per “innamorarci della nostra città e non perdere mai la speranza di un futuro ancora più bello”.

Un Natale anche quest’anno illuminato alle cui spese hanno concorso , come sponsor, la Fondazione Cassa dei Risparmi di Forlì, la Camera di Commercio della Romagna Forlì-Cesena e Rimini, il Gruppo Hera, Romagna Acque Società delle Fonti, Unica Reti e Solution Bank (con 94mila euro circa rispetto ai 224mila euro di costo complessivo, ndr).

Inoltre, ieri pomeriggio è stato allestito, grazie all’Associazione italiana amici del presepio, sede di Forlì, in cima allo scalone del Municipio una particolarissima Natività, a sfondo contadino-romagnolo e con i personaggi emiliani di Peppone e don Camillo resi celebri – al cinema e in letteratura , da Giovannino Guareschi (vedi foto in basso, ndr).