Forlì, 1° maggio: celebrazioni al Pierantoni con Zattini, Cgil-Cisl-Uil

0
304

(Sesto Potere) – Forlì – 30 aprile 2020 – Per sottolineare l’impegno straordinario e grande il sacrificio dimostrato dai Lavoratori della Sanità nella lotta all’epidemia Covid 19, il Sindaco di Forlì, Gian Luca Zattini, i Segretari territoriali di CGIL, CISL e UIL e una rappresentanza dell’Ospedale Morgagni-Pierantoni, hanno deciso di celebrare la Festa 1° maggio 2020 con un momento simbolico presso il polo ospedaliero di Forlì.

“Anche la Festa Internazionale dei Lavoratori è costretta a misurarsi con le limitazioni di sicurezza imposte dall’emergenza Coronavirus. Quest’anno purtroppo non potremo incontrarci in piazza Saffi insieme alle organizzazioni sindacali per riflettere sui temi dell’occupazione, della sicurezza sul lavoro, di sviluppo sostenibile e di welfare. Così come mancherà il momento di festa popolare fatto di musica e partecipazione. Sarà un 1° maggio differente. La condizione di enorme difficoltà alla quale questa terribile epidemia ci chiama – con i lutti, le sofferenze, le privazioni, la crisi – sta costringendo tutte le nazioni e le organizzazioni internazionali a stabilire con massima chiarezza l’ordine delle priorità e a definire un sistema organizzato per la lotta contro un virus che non conosce confini”: spiega in una lettera aperta pubblicata nel sito web del Comune il Sindaco di Forlì, Gian Luca Zattini.

Questa è l’ora della prova. La salute è posta al vertice delle priorità. Lo abbiamo ricordato ogni volta come Amministrazione comunale e lo abbiamo condiviso durante le numerose videoconferenze svolte insieme ai sindacati, al mondo dell’impresa e del lavoro”: ha spiegato il sindaco motivando così la scelta della celebrazione congiunta con la “triplice” presso il polo ospedaliero di Forlì. 

“Il 1° maggio 2020 pone ancora una volta, e in questo frangente in modo eccezionale, la riflessione sulla sicurezza del lavoro a partire dal fatto che tra le vittime dell’epidemia ci sono anche tanti lavoratori. Nella sanità, nelle forze dell’ordine, nell’assistenza, nella logistica, nei servizi, nella produzione, nell’informazione: i lavoratori sono stati in prima linea nell’emergenza e lo saranno nella ripresa. A loro va il pensiero più alto da parte della nostra Città insieme all’attestazione di profonda riconoscenza per coloro che hanno perso la propria vita. I sacrifici di questi mesi impongono che nulla dovrà essere più come prima e che tutti dobbiamo sentirci uniti per la sicurezza, la ripartenza e per il lavoro.”: conclude Gian Luca Zattini.

E intanto, come segno istituzionale di partecipazione del Comune e di condivisione con la comunità dei valori del 1° maggio, il Sindaco Gian Luca Zattini ha reso omaggio ai luoghi dedicati al Lavoro presenti nella toponomastica cittadina, portando un mazzo di fiori tricolore in piazzale del Lavoro e a largo Caduti su Lavoro (vedi foto nella pagina).

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here