(Sesto Potere) – Forlì – 10 maggio 2021 – Si è riunita nei giorni scorsi la giuria del 1° concorso “Io mi dilettava di guardare” che ha esaminato gli oltre 400 lavori pervenuti in segreteria e ha stabilito i vincitori delle varie Categorie, le Menzioni speciali e il Premio artistico Direzione21. La consegna dei premi avverrà nella serata di domenica 23 maggio 2021, sul palco allestito nel Chiostro dei Musei San Domenico a Forlì, al termine della Maratona dantesca.  

Premio Categoria Bambini e Scuole dell’Infanzia (3/5 anni) “…verdi come fogliette pur mo nate…“ (Pur. VIII, 28)
Classe 2aC Scuola dell’Infanzia Il Monello – Ist. Comprensivo Carchidio-Strocchi – Faenza Insegnanti: Valentina Fiori e Federica Pedrazzini
Motivazione: «E’ stato molto apprezzato il percorso creativo, eseguito in maniera collettiva e la capacità di rielaborazione in maniera metaforica e poetica del tema proposto».

Premio Cat. Alunni o classi Scuole primarie e secondarie 1°grado “…e vero frutto verrà dopo il fiore…” (Par. XXVII, 148)
Classe 2aF/ Scuola Secondaria 1°grado Orceoli – IC3 Forlì Prof.ssa: Cinzia Batani
Motivazione: «Il lavoro mette a fuoco il contenuto della terzina, elaborando il concetto dal punto di vista grafico e poetico. Si evidenzia una buona capacità di rielaborazione critica, utilizzando un’immagine metaforica che permette una ricca produzione individuale espressa però in modo corale».

Menzione speciale 1
Classi 1aA e 1aB – Scuola Primaria R. Rivalta di Forlì Insegnanti  Sofia Bondi – Cristina Zamboni
Motivazione: «Per la capacità dimostrata, nonostante l’età, nel rielaborare personalmente e coralmente il tema con un risultato grafico molto originale e convincente. Da non sottovalutare il valore del messaggio che riporta alla terzina scelta».

Menzione speciale 2
Allievi Giulia Di Leo e Gioacchino Provenzano – Classe 3° A  -Scuola Secondaria 1° grado A.G. Roncalli – Burgio (Agrigento) Prof.ssa Rosaria Arrigo
Motivazione: «Per la ottima padronanza del linguaggio poetico e l’originalità dei concetti espressi… nel solco di Dante. E per il desiderio sotteso di rinascita e cambiamento positivo, mirabilmente espressi».

Premio Cat. Scuole secondarie 2° grado, Universitari e ragazzi fino ai 25 anni “…Lo sol sen va”, soggiunse, “e vien la sera…” (Pur. XXVII, 61)
Liceo Artistico e Musicale A. Canova, Forlì – (Lavoro corale di alcuni allievi delle classi 3aA-5aC-1aM) Prof.ssa Alessandra Gellini Video: “L’oscurità è il punto dove la luce sembra sottrarsi” 
Motivazione: «Un lavoro trasversale di gruppo, che rielabora poeticamente, suggestioni dantesche, attraverso il linguaggio della pittura e della musica. Un elaborato capace di evocare in metafora, atmosfere di soffocamento della luce nel dramma delle tenebre, veicolando emozioni».

Premio Categoria Adulti ”…che parve foco dietro ad alabastro…” (Par. XV, 24) Loretta Olivucci – Massa Castello (Ravenna)
Testo in prosa: “Pare”
Motivazione: «Interessante l’attualizzazione del Canto, che non riduce la profondità e il punto di vista del Sommo Poeta. Apprezzabile lo sguardo cinematografico sul sentiero tracciato da Dante, espresso con linguaggio ironico, preciso e puntuale, ricco di visioni e particolari sfumature. Il tutto raccontato con una sintesi di grande efficacia».

Premio Speciale Artistico “Direzione21”Cesare Pomarici dell’Associazione Culturale “Olvidados”, Forlì
Video: “Un po’ di amore, un po’ di libertà”
Motivazione: «Per aver rappresentato ogni aspetto del Bando, attraverso un video che esalta i diversi linguaggi: immagine, musica, poesia, arte grafica, interpretazione narrativa. Uno sguardo da osservatore profondo e portatore di messaggi emotivi».

La giuria. I premi sono stati attribuiti dalla giuria composta da: Wilma Malucelli (Presidente Comitato Dante Alighieri Forlì-Cesena), Franco Palmieri (Direttore Artistico ForlìDante. Tòta la Cumégia 2021), Alessandra Righini (Insegnante e Storica dell’Arte), Riccardo Salvetti (Regista e Filmmaker), Loretta Giovannetti (Segretaria organizzativa ForlìDante. Tòta la Cumégia) e Roberto Baldani (membro FotoCineClub Forlì), nella foto qui in pagina, assente Roberto Baldani (Membro FotoCineClub Forlì).