Football americano, Bonaccini premia anche i Panthers Parma, vincitori dell’Italian Bowl

0
172

(Sesto Potere) – Parma – 28 luglio 2021 – I Panthers Parma appena laureati campioni d’Italia in prima divisione, conquistano il loro quinto scudetto. Un traguardo importante, che anche il presidente Stefano Bonaccini ha inteso riconoscere.

Oggi, a ritirare la targa, in Regione a Bologna, il presidente della società parmense, Ugo Bonvicini, il vicepresidente, Alberto Agnetti, il dirigente Valentina Gianferrari, e i giocatori Alessandro Malpeli, capitano, e Tommaso Finadri, eletto miglior giocatore della finale, in rappresentanza dei tutti i compagni di squadra. Presente anche Giammaria Manghi, capo della segreteria politica della Presidenza della Regione e il vicepresidente della Federazione italiana Football americano, Francesco Cerra.

“I Panthers hanno riportato a Parma lo scudetto dopo otto anni di assenza, interrompendo il dominio di Milano. I miei complimenti agli atleti, alla dirigenza, a tutto lo staff tecnico. Insieme hanno aggiunto un ulteriore tassello allo straordinario momento che sta vivendo lo sport in Emilia-Romagna, da Piacenza a Rimini- ha sottolineato il presidente Bonaccini-. Anche questo risultato rafforza il nostro impegno a investire nello sport: dagli eventi regionali, nazionali e internazionali, volano di crescita, valorizzazione del territorio e attrattività turistica, al Piano per la riqualificazione degli impianti sportivi, passando per il sostegno all’attività di base e alle società sportive, rilevanti soprattutto per i più giovani, oggi più che mai dopo la drammatica esperienza della pandemia, dalla quale vogliamo uscire definitivamente attraverso il completamento della campagna vaccinale e il rispetto delle regole. Rinnovo i complimenti ai Panthers di Parma, a cui faccio davvero un fortissimo in bocca al lupo per la prossima stagione”.

I Panthers Parma, dunque, dopo 8 anni sono tornati ad aggiudicarsi il titolo vincendo il 40° Italian Bowl, allo stadio Garilli di Piacenza. Gli avversari milanesi sono stati superati all’over-time dopo aver costretto i neo-campioni sul 34 pari a pochi secondi dallo scadere del tempo regolamentare.