Fondazione, vicepresidente Gianfranco Brunelli. Attivate Commissioni consiliari permanenti

0
192

(Sesto Potere) – Forlì – 9 giugno 2021 – Come anticipato in occasione della seduta di insediamento del nuovo Consiglio di Amministrazione dell’1 giugno scorso, la Fondazione di Forlì ha concluso nel più breve tempo possibile tutti i passaggi necessari ai propri organi per essere immediatamente operativa a fianco del territorio. Nella seduta consiliare di ieri pomeriggio, si è quindi proceduto alla nomina – all’unanimità – sia del nuovo Vice-Presidente, nella persona di Gianfranco Brunelli, (nella foto in alto), sia delle 4 commissioni consultive consiliari permanenti del Consiglio generale.

Commissione attività culturali, intese sia come strumenti di crescita delle singole individualità e della comunità nel suo complesso attraverso la pratica delle diverse discipline artistiche sia come volano di sviluppo economico attraverso la valorizzazione del patrimonio storico-artistico del territorio.

la sede della Fondazione Carisp

Commissione ricerca e istruzione, incentrata da una parte sui temi dell’inclusività (dalla lotta alla dispersione scolastica al supporto per chi presenta bisogni educativi speciali), della qualificazione e potenziamento dei progetti educativi e delle strutture scolastiche e dall’altra su quelli dell’eccellenza (in collaborazione con l’università ed i centri di Ricerca).

Commissione assistenza, salute e sport, avendo a modello i concetti più avanzati di welfare, di contrasto delle fragilità e di salute di comunità, di cui la pratica sportiva dilettantistica rappresenta un importante strumento, e ponendo quindi sempre al centro il concetto e la dignità della Persona.

Commissione territorio, sviluppo e ambiente, in un rapporto sinergico e di reciproco stimolo tra ecologia ed economia con un’attenzione specifica anche ai temi del marketing territoriale, alle problematiche del centro storico del capoluogo e alle necessità dei Comuni dell’entroterra.

A queste commissioni, composte da membri del Consiglio Generale ma che possono avvalersi di esperti esterni su tematiche specifiche, è affidato il compito di individuare i settori di intervento della Fondazione e di stendere di conseguenza i programmi pluriennali di attività definendone, in linea generale, gli obiettivi, le linee di operatività e le priorità di intervento. Del pari le Commissioni del Consiglio Generale curano la stesura delle relazioni del documento programmatico previsionale annuale, approvato ogni anno entro il mese di ottobre.

La predisposizione di atti puntuali come i bandi ed i progetti propri e la valutazione delle pratiche pertinenti l’attività erogativa rientrano invece fra le attribuzioni delle Commissioni del Consiglio di Amministrazione.

Maurizio Gardini

Le quattro Commissioni saranno nello specifico composte da: attività culturali: Elena Annuiti, Chiara Elefante, Angela Flammia, Adriano Maestri, Morena Mazzoni, Giuseppe Mercatali, Alessandro Rondoni, Gabriella Tronconi, Daniela Valpiani e Alberto Zattini; ricerca e istruzione: Antonio Ascari Raccagni, Chiara Elefante, Giorgio Ercolani, Elena Giberti, Franco Giuliani, Morena Mazzoni, Luca Morigi, Pierlorenzo Rossi, Gabriella Tronconi e Loretta Vallicelli; assistenza, salute e sport: Elena Annuiti, Antonio Ascari Raccagni, Giorgio Ercolani, Stefano Gagliardi, Elena Giberti, Alessandro Rondoni, Davide Salaroli, Maria Grazia Silvestrini, Loretta Vallicelli e Daniela Valpiani; e territorio, sviluppo e ambiente: Angela Flammia, Stefano Gagliardi, Franco Giuliaii, Adriano Maestri, Giuseppe Mercatali, Luca Morigi, Pierlorenzo Rossi, Davide Salaroli, Maria Grazia Silvestrini e Alberto Zattini.

In occasione della seduta di insediamento, programmata per tutte e quattro le Commissioni già la prossima settimana, ciascuna di esse individuerà al proprio interno un Coordinatore ed un Vice-coordinatore.

Il presidente della Fondazione Maurizio Gardini ha inoltre anticipato che, come da Statuto e come accaduto anche nei precedenti mandati, alle Commissioni consiliari permanenti si affiancheranno delle Commissioni temporanee di approfondimento tematico su argomenti di particolare rilievo ed urgenza, come quello delle politiche giovanili e di genere.

La Fondazione ricorda infine che i Consiglieri, individuati sulla scorta delle loro esperienze e professionalità, non vengono remunerati per la partecipazione a queste Commissioni e che i loro profili sono disponibili sul sito web della stessa Fondazione nella sezione Fondazione/Organi.