Filo metallico nella pizza, finisce in ospedale: denunciate due persone

0
304

(Sesto Potere) – Bologna – 25 novembre 2020 – La proficua collaborazione tra gli investigatori del NAS di Bologna e quelli del RIS di Parma ha permesso di risalire ai responsabili per le lesioni causate a un giovane emiliano il quale, dopo aver mangiato un trancio di pizza, era dovuto ricorrere alle cure dei sanitari del Sant’Orsola di Bologna per la rimozione di un corpo estraneo di natura metallica che gli si era conficcato nell’esofago.

Nel corso della successiva ispezione effettuata dai Carabinieri presso l’esercizio ove l’alimento era stato acquistato, l’acuto occhio degli investigatori del NAS di Bologna era caduto su due spazzole con setole metalliche, utilizzate dai gestori del locale per la pulizia del piano lavorazione.

I due strumenti, sottoposti a sequestro, erano quindi stati inviati ai tecnici del RIS di Parma i cui accertamenti avevano confermato la compatibilità tra i filamenti delle due spazzole e il corpo estraneo metallico estratto dall’esofago dello sfortunato avventore.

I due gestori della pizzeria incriminata sono stati denunciati per lesioni personali colpose e corpo estraneo in alimento.