(Sesto Potere) – Forlì – 16 maggio 2022 – “Come annunciato, la mancata revoca del patrocinio alla Festa delle Famiglie Arcobaleno concesso dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Forlì, in autonomia e senza convocare una riunione di maggioranza, che avrebbe evidenziato l’improcedibilità politica di questa scelta, ha creato notevoli difficoltà rispetto alle posizioni politiche e programmatiche nonchè rispetto alle posizioni dei gruppi di maggioranza che sostengono l’attuale giunta. Una presa di posizione che obbliga Fratelli d’Italia e  Centro Destra per Forlì alla presentazione di una mozione di sfiducia individuale nei confronti dell’Assessore Melandri, di cui il sindaco Zattini dovrà prendere atto con senso di responsabilità”:

Davide Minutillo

lo scrivono in una nota congiunta Emanuela Bassi, capogruppo del gruppo consiliare Fratelli d’Italia (nella foto in alto), e Davide Minutillo, capogruppo del gruppo consiliare Centro Destra per Forlì (nella foto qui a lato).

“Le giustificazioni apparse sulla stampa (si parla di un’intervista a Melandri pubblicata questa mattina dal Resto Del carlino di Forlì, ndr) per spiegare la propria decisione personale sono inadeguate e inaccoglibili ed anzi, se possibile, l’atteggiamento di perseveranza dell’assessore Melandri aggrava ulteriormente il rapporto fiduciario tra l’assessore e i gruppi consiliari che compongono la maggioranza e provoca una grave crisi all’interno della maggioranza stessa. Siamo convinti che tutte le forze politiche ed alleate del centrodestra, visto che si sono già espresse sulla stampa sulla questione, appoggeranno e sottoscriveranno la nostra mozione, tutelando così  quei valori cardine su cui si fonda il centro destra e l’azione comunale dell’amministrazione forlivese”: aggiungono Emanuela Bassi e Davide Minutillo che concludono così: “E’ superfluo evidenziare come sarebbe politicamente inaccettabile che la mozione venisse respinta grazie al voto delle componenti di opposizione.”