Festa della Lega Romagna a Milano Marittima, il bilancio di Morrone

0
316
salvini e morrone

(Sesto Potere) – Cervia – 6 agosto 2020 – “Sono stati cinque giorni intensi, di contenuti, ma anche di lavoro e di fatica. Un grazie veramente grande e di cuore a tutti, militanti, soci e simpatizzanti della Lega,  volontari, che hanno consentito la realizzazione di questa splendida Festa della Lega Romagna a Cervia/Milano Marittima, terminata martedì sera.”:

così in una nota, il deputato Jacopo Morrone, Segretario della Lega Romagna e organizzatore della Festa della Lega che si è svolta dal 31 luglio al 4 agosto a Milano Marittima.

“Tante personalità politiche, dell’associazionismo, dello sport, del lavoro che si sono confrontate sui tanti temi che toccano la nostra società in una fase così delicata di ripresa dopo l’emergenza sanitaria. Un ringraziamento di cuore a Cervia/Milano Marittima, che ci ha accolti anche quest’anno nello splendido scenario di piazzale dei Salinari e del Magazzino del Sale. Grazie davvero a tutti, ai leghisti romagnoli, al pubblico e a tutti i nostri ospiti, a cui va un grande abbraccio”: ha aggiunto Morrone.

salvini e morrone

“Grazie in particolare al nostro leader Matteo Salvini! L’entusiasmo, la passione e le energie di questi giorni ci guideranno, con ancora più determinazione, verso i prossimi appuntamenti, sia quelli elettorali (il 20 e il 21 settembre si voterà per il sindaco e il consiglio comunale a Imola, Faenza, Verghereto in Romagna), che politici, formativi e culturali. Coraggio e idee per i nostri territori e per l’Italia. Con lo sguardo già al prossimo anno!”: conclude il deputato Jacopo Morrone

che ha ricordato il succeso dell’intervento del leader del Carroccio Matteo Salvini che nel corso della kermesse della Lega in Romagna e del suo soggiorno in Romagna è stato più volte intervistato dai mass media sui temi caldi del giorno, come per esempio: Covid, immigrazione, il  referendum costituzionale del 20 e 21 settembre 2020 per il taglio dei parlamentari e il voto in autunno per eleggere i nuovi presidenti di sette Regioni : Campania, Liguria, Marche, Puglia, Toscana, Valle d’Aosta e Veneto. “Grazie a Conte è ricominciata la pacchia [per gli immigrati irregolari sbarcati in Italia]. Il 20 e 21 settembre elezioni in sette regioni, conto in voto massiccio contro il governo clandestino PD-5 Stelle”: uno degli appelli lanciati da Salvini.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here