(Sesto Potere) – Ferrara – 10 novembre 2022 – La Divisione Polizia Anticrimine della Questura di Ferrara, diretta dal primo dirigente Dr. Sergio Russo, recentemente assegnato alla Questura di Ferrara, ha intensificato e svolto un’approfondita analisi dei profili di alcuni personaggi pregiudicati della provincia che a seguito di segnalazioni per eventi delittuosi hanno portato alla irrogazione di diverse misure di prevenzione nei confronti di soggetti caratterizzati da una pericolosità sociale attuale e concreta, con a carico precedenti per reati contro la persona, contro il patrimonio, la violenza di genere e in materia di stupefacenti.

Il Questore di Ferrara, Salvatore Calabrese, sulla base dell’attività istruttoria svolta dalla Divisione Anticrimine, ha proposto, al Tribunale competente, l’applicazione della sorveglianza speciale con divieto di soggiorno nel Comune di Ferrara nei confronti di un soggetto, con vari pregiudizi di polizia e condanne penali per furti, compiuti in particolare compiuti in edifici pubblici ed esercizi di Ferrara.

questore di Ferrara Salvatore Calabrese

L’attività di analisi del percorso criminale dell’uomo, svolta dalla Divisione Anticrimine, ne ha posto in luce la sua pericolosità sociale, anche e soprattutto in ragione della probabile commissione in futuro di ulteriori reati contro il patrimonio nonostante i vari arresti a cui il ladro è stato sottoposto e relative condanne.

L’accentuato pericolo, ha reso necessario richiedere da parte dell’Autorità di P.S. la sorveglianza speciale al fine di scongiurare ulteriori comportamenti delittuosi, nei confronti della persona che, sebbene già destinatario di Avviso Orale, non ha accolto l’invito da parte del Questore a cambiare la propria condotta e il proprio stile di vita.

La Questura ricorda che l’inosservanza alla misura della sorveglianza speciale con divieto di soggiorno è punita con la reclusione da uno a cinque anni ed è consentito l’arresto anche fuori dei casi di flagranza.

La divisione Anticrimine di Ferrara sta predisponendo analoga istanza di applicazione della medesima misura di prevenzione della sorveglianza speciale nei confronti di uno straniero più volte arrestato, con plurimi pregiudizi di polizia perché ritenuto responsabile di numerosi furti in particolare in esercizi commerciali del capoluogo .