(Sesto Potere) – Ferrara – 29 dicembre 2022 – Nella mattinata odierna un ulteriore controllo della Squadra Amministrativa della Divisione P.A.S. della Questura di Ferrara ha consentito di rilevare violazioni alla normativa sulla vendita di fuochi d’artificio.

Nel corso di una verifica nei confronti di un rivenditore di artifici pirotecnici, gli agenti hanno accertato che presso il magazzino ove erano custoditi i fuochi d’artificio pronti per essere venduti, vi erano ben 350 confezioni di fuochi scaduti nel 2020.

Oltre al sequestro penale della merce, il titolare della rivendita è stato denunciato per il reato di commercio di fuochi d’artificio scaduti.

Si ricorda che la scadenza degli artifici pirotecnici può produrre importanti riflessi per la sicurezza e l’incolumità di chi li adopera e di coloro che vi sono intorno, dal momento che trascorso il periodo di validità del prodotto – i requisiti di sicurezza non sono più garantiti, con conseguenti pericoli per il suo utilizzo.