Ferrara, polizia: nuovi servizi straordinari di controllo del territorio

0
238

(Sesto Potere) – Ferrara – 19 febbraio 2021 – Continuano i servizi straordinari e quotidiani di controllo del territorio, nelle zone più sensibili della città, anche nell’area del piazzale della Stazione, dei giardini e all’interno delle torri del grattacielo, compresi gli scantinati, disposti dal Questore di Ferrara in collaborazione con il Reparto Prevenzione Crimine di Bologna (unità operative specializzate nel controllo del territorio che rappresentano una task force di pronto intervento della Polizia di Stato, una risorsa strategica per servizi di alto impatto) e da aliquote territoriali.

Il personale della Polizia di Stato, unitamente all’unità cinofila della Polizia Municipale, ha svolto controlli senza alcun rinvenimento di sostanze stupefacenti.

Nel pomeriggio di ieri personale della Squadra Mobile ha tratto in arresto un ferrarese di anni 70, già noto alle forze dell’ordine per i suoi precedenti di polizia e penali, in esecuzione di un provvedimento di pene concorrenti nei confronti del condannato in stato di libertà con contestuale ordine di esecuzione per la carcerazione. Al termine di una attività info-investigativa gli agenti hanno rintracciato l’uomo e accompagnato in Questura per ulteriori accertamenti e poi tradotto presso la locale Casa Circondariale dove dovrà scontare la pena complessiva di anni 4 e giorni 20 di reclusione per reati di resistenza a pubblico ufficiale, furto aggravato e calunnia, reati commessi a Ferrara tra gli anni 2016/2018.

La Polizia di Stato ha indagato in stato di libertà un cittadino tunisino di anni 35, per il reato di tentato furto aggravato. Gli Agenti della Squadra Volante interveniva presso il negozio di abbigliamento O.V.S. ubicato all’interno del Centro Commerciale il Castello, per la segnalazione di un furto. Al loro arrivo trovavano ad attenderli un dipendente dell’esercizio commerciale, addetto alla sicurezza interna, il quale indicava loro l’uomo autore del tentato furto, fermato dopo aver oltrepassato le barriere antitaccheggio.

L’addetto alla sicurezza dichiarava agli Agenti di aver notato il malvivente aggirarsi per gli scaffali del negozio e prendere una scatola di scarpe ed entrare in un camerino di prova. All’uscita calzava un paio di scarpe nuove e lasciava sul posto le proprie scarpe usurate, per poi avviarsi verso il varco di uscita senza acquisti facendo scattare l’allarme antitaccheggio. Al termine delle formalità di rito, veniva deferito all’Autorità Giudiziaria per tentato furto aggravato.

Veniva fermato e controllato un cittadino di nazionalità marocchina di anni 32 privo di documenti. Accompagnato in Questura risultava gravato di una pluralità di violazioni in materia di immigrazione, per non aver ottemperato a vari ordini di allontanamento dal Territorio nazionale. Al termine degli accertamenti veniva deferito all’Autorità Giudiziaria per violazione dell’ordine di allontanamento ed espulso dal territorio nazionale.

E’ stato fermato un cittadino tunisino di 21 anni che risultava aver fatto richiesta di Protezione Internazionale rigettata dalla Commissione competente, così come pure il successivo ricorso. Quindi veniva emesso e notificato il provvedimento di espulsione e ordine del Questore di allontanarsi dal territorio nazionale.

I risultati complessivi dell’attività di polizia vedono: 1 persona arrestata, 2 persone denunciate a piede libero, 169 persone identificate di cui 18 con precedenti di polizia, 34 veicoli controllati, 5 posti di blocco e 6 esercizi commerciali controllati.