Ferrara, polizia identifica autore di truffa informatica

0
1051
truffe e frodi informatiche

(Sesto Potere) – Ferrara – 18 agosto 2020 – La Squadra Mobile della Questura di Ferrara, al termine di una articolata attività investigativa coordinata dalla Procura della Repubblica di Ferrara, ha identificato ed indagato in stato di libertà un 36enne campano, ritenuto responsabile del reato di clonazione e indebito utilizzo di carta di credito .

La parte offesa, alcuni mesi fa si presentava in Questura per denunciare la sottrazione dei propri dati sensibili, ipotizzando tale fraudolenta acquisizione attraverso il fenomeno del phishing , ossia ingannare la vittima con false e-mail o sms, con lo scopo di carpire importanti informazioni sensibili, come numeri di carta di credito, password home banking etc.

La vittima si accorgeva della frode dall’analisi dell’estratto conto della sua carta di credito, ove rilevava una spesa anomala di 899,00 euro, relativa ad un acquisto online di un cellulare Iphone.

Incrociando e verificando i dati forniti dalla parte offesa e quelli telematici relativi alla carta di credito si riusciva a risalire al sito online “Teknozone” che aveva effettuato la vendita e ricevuto l’accredito ed acquisire il codice identificativo IMEI del telefono venduto.

La successiva attività info-investigativa consentiva di determinare in maniera univoca l’associazione della scheda SIM al codice IMEI ed individuare l’utilizzatore dello smartphone .

Sulla scorta delle risultanze probatorie veniva richiesta alla A.G., l’emissione di decreto di perquisizione e sequestro che permetteva di rinvenire il bene ed identificare l’autore della truffa informatica.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here