(Sesto Potere) – Ferrara – 16 febbraio 2021 – La Polizia di Stato, Questura di Ferrara, continua la costante attività di controllo del territorio per garantire il rispetto delle norme anti Covid, con speciale riferimento a pericolosi assembramenti che possano crearsi sia nelle aree pubbliche e sia all’interno o all’esterno di esercizi di somministrazione di alimenti e bevande, nonché commerciali .

Nella giornata di domenica, un equipaggio della Squadra Volante interveniva presso un minimarket sito in questa Via Canapa, 13, gestito da un nigeriano di anni 34, in quanto notava la presenza di numerose persone all’interno del citato locale, nonostante le limitate e ridotte dimensioni dello stesso di circa 40 mq..

All’interno, con non poca difficoltà, gli Agenti riuscivano ad indentificare oltre al titolare e gerente dell’esercizio di vicinato, 6 avventori, tutti immigrati extracomunitari che alla vista degli operatori alcuni cercavano di uscire dal locale con l’intento di allontanarsi, mentre altri continuavano a restare in fondo alla stanza a bere bevande alcoliche.

La Squadra Amministrativa della Questura, dopo aver effettuato gli accertamenti di specifica competenza, procedeva alla contestazione al titolare dell’attività, in quanto inottemperante alle disposizioni volte al contenimento del virus Covid -19, con annessa sanzione accessoria della chiusura immediata dell’attività per 5 giorni, segnalando la condotta illecita alla locale Prefettura per le determinazioni di competenza circa l’ulteriore chiusura per un periodo sino a 30 giorni. Tutti gli avventori presenti nel locale sono stati sanzionati per il mancato rispetto dei divieti imposti per il distanziamento sociale.

Dall’inizio dell’anno, nell’ambito dei controlli amministrativi disposti ai fini dell’attuazione delle misure contenute nel Decreto Legge tese a fronteggiare l’emergenza epidemiologica da Covid-19, personale dipendente della Squadra Amministrativa ha proceduto al controllo di una pluralità di esercizi commerciali sia in città che in provincia procedendo alla chiusura di 5 locali e comminato sanzioni per 8.000,00 euro.