Ferrara, operazione polizia: arrestate tre persone per furto

0
185

(Sesto Potere) – Rimini – 21 giugno 2021 – Nella mattinata odierna, verso le ore 4.30, gli Agenti delle Volanti della Questura di Ferrara venivano inviati dalla Sala Operativa in via Pioppa in quanto una donna aveva sentito provenire da un’abitazione vicina, dove al momento i proprietari erano assenti, alcuni rumori sospetti.

Gli operatori, giunti dinanzi alla villa in questione, udivano distintamente dei rumori, simili ad un martellamento, provenire dall’interno. Gli Agenti, scalvata la recinzione, si portavano nella parte posteriore dell’abitazione dove le porte del garage e quelle del piano terra risultavano chiuse, continuando a percepire rumori.

.

La porta d’ingresso ubicata al primo piano e raggiunta con la scala esterna si presentava chiusa, mentre una porta finestra era accostata, ma danneggiata al fine di permettere l’ingresso nella villa. Dall’esterno infatti si notava che il soggiorno era stato messo interamente a soqquadro,  tutte le camere da letto erano state già rovistate e da una di queste era stata smurata una cassaforte con attrezzi atto allo scasso (martello, scalpello di 50 cm, piede di porco ecc.) rinvenuti sul pavimento insieme ad uno zaino contenente ulteriori arnesi. Nel contempo gli operatori udivano provenire dei rumori dall’esterno e per tale motivo si portavano immediatamente il garage dove bloccavano tre persone.

Questi si identificavano in D.G. del 1988, D.L. del 1998 e D.B. del 1985, i primi due italiani, il terzo apolide, tutti con precedenti per reati contro il patrimonio, in particolare per furto. Al termine degli accertamenti di rito gli stessi venivano tratti in arresto e come disposto dall’A.G. tradotti presso le locali camere di sicurezza in attesa del rito direttissimo.

Il Questore di Ferrara, Cesare Capocasa, valutata la posizione dei tre, ha adottato  la misura  di prevenzione  del Foglio di Via Obbligatorio   nei confronti degli stessi considerati  socialmente pericolosi per la sicurezza pubblica.   Attraverso l’emissione della misura di prevenzione del F.V.O.,  ha  ordinato  ai tre soggetti di allontanarsi dal Comune di Ferrara con l’intimazione e il divieto di ritorno  in questo capoluogo per  un periodo di un anno, con l’avvertimento che, in caso di contravvenzione, saranno denunciati all’Autorità Giudiziaria.

Il Questore Capocasa ha ringraziato i cittadini “per la preziosa, risolutiva collaborazione che ha consentito ancora una volta di evitare la commissione di un odioso reato e di arrestarne gli autori”.