(Sesto Potere) – Ferrara – 13 maggio 2022 – Brillante operazione della sezione antidroga della Squadra Mobile della Questura di Ferrara diretta dal dr. Dario Virgili conclusa mercoledì pomeriggio. Gli investigatori, impegnati da tempo nella ricerca  delle fonti di approvvigionamento di droga da parte dei pusher cittadini, hanno arrestato un quarantasettenne al quale sono stati sequestrati 8 kg di Hashish, 4 kg di cocaina e 3 kg di marijuana destinati probabilmente alla rivendita ad altri pusher per un valore di oltre 400 000 euro.

Grazie a plurime segnalazioni giunte da diversi cittadini, la Squadra antidroga ha dato inizio da diversi mesi ad una serie di accertamenti condotti con tecniche investigative tradizionali. Appostamenti, pedinamenti, ed accertamenti tecnici ed informatici che hanno consentito di individuare un uomo quale presunto punto di riferimento per il deposito e il rifornimento di sostanze stupefacenti di diverso tipo destinate al mercato ferrarese con base logistica in via dei Baluardi.

Individuata la sua abitazione, il luogo di lavoro  ed una seconda abitazione utilizzata come domicilio, gli investigatori nel pomeriggio di mercoledì, hanno organizzato un servizio in abiti civili, appostandosi nei pressi della casa, in attesa dell’occasione giusta per dare riscontro a quanto ipotizzato.

Ad un certo punto dall’abitazione è uscito il quarantasettenne che è stato immediatamente bloccato.

Scattavano pertanto le perquisizioni. Presso il luogo di lavoro, nell’armadio dello spogliatoio veniva rinvenuto un bilancino, un etto di cocaina e due etti e mezzo di hashish, mentre nella seconda abitazione veniva rinvenuta altra sostanza stupefacente ovvero 8 kg di hashish,  3 di marijuana, 4 di cocaina, oltre ad un secondo bilancino.

Nella stessa abitazione veniva rinvenuta una pistola scacciacani priva di tappo rosso e  19 proiettili per fucile da caccia per i quali l’uomo non aveva denunciato la detenzione.

Al termine degli atti l’arrestato, come disposto dal PM di turno, veniva associato presso la Casa Circondariale di Ferrara in attesa di giudizio.

La zona di via dei Baluardi si conferma crocevia dello spaccio (anche di quello non visibile in strada) in città. Gli accertamenti della Polizia di Stato continuano al fine di ricostruire e disarticolare il traffico di sostanze illegali in città.