Ferrara, furto all’ Unieuro, polizia arresta immigrato bengalese

0
165
polizia questura ferrara

(Sesto Potere) – Ferrara – 24 febbraio 2021 – Gli Agenti della Squadra Volante della Questura di Ferrara sono intervenuti presso l’esercizio commerciale “ Unieuro “ per una segnalazione di un furto ed hanno arrestato un cittadino bengalese 30enne, per il reato de quo.

All’arrivo degli Agenti l’addetto alla sicurezza riferiva loro che poco prima, mentre svolgeva il servizio di antitaccheggio all’interno dell’esercizio commerciale, notava un soggetto, con una borsa a tracolla, che si aggirava con fare sospetto nella corsia dei videogiochi e, dopo averne prelevati alcune confezioni, le occultava all’interno della borsa dirigendosi verso l’uscita senza acquisti, “evitando” le casse.

Dopo aver varcato la barriera veniva fermato dall’addetto alla sicurezza e, vistosi scoperto, consegnava spontaneamente la borsa, al cui interno si recuperavano 15 confezioni di videogiochi per PlayStation e Nintendo dal valore di circa 1.000,00 euro. Si accertava che la borsa, utilizzata per sottrarre e celare i videogiochi, al suo interno era schermata, ossia foderata con carta stagnola per eludere le barriere antitaccheggio. 

Accompagnato in Questura per gli accertamenti del caso, emergeva a suo carico una pluralità di precedenti di polizia e condanne per reati contro il patrimonio . Al termine delle formalità di rito veniva tratto in arresto e su disposizione del P.M. di turno veniva trattenuto presso le camere di sicurezza in attesa del giudizio per direttissima.

Nella giornata odierna si è celebrata l’udienza conclusasi con la convalida dell’arresto e la condanna a 5 mesi di reclusione.

Il Questore di Ferrara, Cesare Capocasa, valutata la posizione del malfattore, ha adottato nei suoi confronti la misura  di prevenzione  del Foglio di Via Obbligatorio,    considerato il soggetto socialmente pericoloso per la sicurezza pubblica, attesi i numerosi precedenti penali e di polizia . Attraverso l’emissione della misura di prevenzione del F.V.O., ha ordinato al soggetto di allontanarsi dal Comune di Ferrara con l’intimazione e il divieto di ritorno in questo capoluogo per un periodo di tre anni.