Ferrara, fugge all’alt e si schianta: arrestato spacciatore di droga africano

0
206

(Sesto Potere) – Ferrara – 27 aprile 2021 – Nel tardo pomeriggio del 21 aprile, personale della Polizia di Stato durante un posto di controllo intimava l’Alt ad una vettura, con a bordo due persone, che non si arrestava proseguendo la marcia a forte velocità . Immediatamente veniva comunicato alla sala operativa della questura di Ferrara il modello del veicolo (Ford Focus) e numero di targa da ricercare, mentre gli Agenti si ponevano all’inseguimento rinvenendo il veicolo schiantato contro una recinzione di un’abitazione privata di via Saragat, mentre i due occupanti si erano già allontanati .

Contemporaneamente alle ricerche dei soggetti, personale della Squadra Mobile e del Gabinetto di Polizia Scientifica intervenuti sul posto per il sopralluogo e rilievi tecnici, rinvenivano all’interno della vettura nr. 10 involucri di sostanza stupefacente “Hashish” per un peso di oltre 1 kg nascosti sotto il sedile anteriore lato passeggero.

Nella serata, all’interno del parco di via Baarlam veniva notato un soggetto extracomunitario che corrispondeva alla descrizione di uno dei due fuggitivi, che nonostante il tentativo di fuga veniva immediatamente bloccato.

Accompagnato in Questura per accertamenti il giovane marocchino di anni 27, proveniente dalla provincia di Milano, con vari precedenti di polizia per spaccio di sostanze stupefacenti, veniva riconosciuto dagli operatori come il conducente dell’auto che nel pomeriggio si era dato alla fuga.

Alla luce delle suddette risultanze investigative, i gravi indizi a suo carico e il pericolo di fuga non avendo lo stesso un dimora fissa veniva attuato un fermo di indiziato di delitto per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti e il P.M. disponeva la sua conduzione presso la locale Casa circondariale a disposizione dell’ A.G..

Nella giornata di ieri il G.I.P. ha adottato nei confronti del fermato l’applicazione di una misura cautelare personale coercitiva del divieto  di dimora a Ferrara in attesa della fissazione dell’udienza dibattimentale. Sono in corso ulteriori accertamenti .