(Sesto Potere) – Ferrara, 28 gennaio 2022 – La Settimana delle Memorie di Ferrara, ideata da Moni Ovadia (nella foto in alto), conclude nel fine settimana il suo programma dedicato al ricordo dei genocidi che hanno segnato la storia recente dell’umanità, una riflessione di ampio respiro che dai tragici eventi della Shoah si è estesa anche alle memorie di Curdi, Armeni, Tutsi, Rom e Sinti, omosessuali, per offrire un contributo artistico e culturale alla costruzione di una “memoria universale” che diventi patrimonio collettivo.

Il 29 gennaio, nell’incontro mattutino (ore 12.00) curato da Fabio Levi, direttore del Centro Internazionale di Studi “Primo Levi”, l’attore e regista Valter Malosti dialogherà con il compositore Carlo Boccadoro e il saggista Domenico Scarpa, con i quali ha collaborato alla realizzazione di Se questo è un uomo, la trasposizione teatrale dell’opera di Primo Levi che andrà in scena al Teatro Comunale in serata (ore 20.30); uno spettacolo che torna nei teatri d’Italia dopo i primi successi del 2019 rievocando il racconto e le riflessioni sulla condizione umana contenute in uno dei libri fondamentali del ‘900.

franco cardini

Durante il pomeriggio, l’incontro con Franco CardiniMoni Ovadia e il pittore e scrittore Stefano Levi della Torre nel Ridotto del Teatro (ore 18.00).

Il programma della giornata conclusiva, 30 gennaio, prosegue lungo la stessa traccia tematica: al mattino (ore 10.15) il progetto coreografico di Jazz Studio Dance La memoria rende liberi, tratto dal libro di Liliana Segre e Enrico Mentana, anticipa la presentazione del libro di Piero Stefani La parola a loro. Dialoghi e testi teatrali su razzismo, deportazioni e Shoah (ore 11.00);il teologo sarà accompagnato daMoni Ovadia, con letture degli attori Magda Iazzetta e Fabio Mangolini, e la partecipazione dell’Accademia Corale Vittore Veneziani.

In serata, la replica dello spettacolo di Valter Malosti Se questo è un uomo.

Il Programma nel dettaglio

SABATO 29 GENNAIO – EBREI

–          ore 12.00 – Ridotto: incontro a cura di Fabio Levi (direttore del Centro Studi Internazionale “Primo Levi”) con il regista Valter MalostiDomenico Scarpa e Carlo Boccadoro.

–          ore 18.00 – Ridotto: conferenza a cura di Franco Cardini con Moni Ovadia Stefano Levi della Torre.

–          ore 20.30 – Teatro: Se questo è un uomo, spettacolo di e con Valter Malosti.

DOMENICA 30 GENNAIO – EBREI

–          ore 10.15 – Ridotto: La memoria rende liberi, a cura di Jazz Studio Dance

–          ore 11.00 – Ridotto: presentazione del libro di Piero Stefani (La parola a loro. Dialoghi e testi teatrali su razzismo, deportazioni e Shoah, Giuntina, 2021), con Moni Ovadia, letture di Magda Iazzetta e Fabio Mangolini, e la partecipazione dell’Accademia Corale Vittore Veneziani.

–          ore 16.00 – Teatro: Se questo è un uomo, spettacolo di e con Valter Malosti.

L’ingresso è gratuito per gli incontri, a pagamento per gli spettacoli. In base all’attuale normativa anticovid, l’accesso sarà consentito solo con Green Pass rafforzato e mascherina di tipo Ffp2.

Per info e biglietti: www.teatrocomunaleferrara.it

Gli incontri pomeridiani verranno trasmessi anche via streaming sul canale Youtube del Teatro Comunale (www.youtube.com/c/TeatroComunalediFerrara).