Ferrara, festività pasquali: 1.409 persone controllate e 70 sanzioni

0
147

(Sesto Potere) – Ferrara – 6 aprile 2021 – A seguito del Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica  e delle direttive del Prefetto, il Questore della provincia di Ferrara ha pianificato, con specifica ordinanza, il dispositivo di ordine e sicurezza pubblica per le festività pasquali con particolare riguardo al controllo degli spostamenti delle persone verso i Lidi Ferraresi o i luoghi di origine fuori provincia, non motivati da esigenze lavorative, di salute o altre situazioni di necessità o di urgenza.

Sono stati presidiati, in particolare, i caselli autostradali di Ferrara-Sud e Ferrara-Nord, le strade extraurbane SS 309 Romea, la R.A. 8 superstrada Ferrara – Porto Garibaldi e la SS. 16 Adriatica.

controlli covid19 a Ferrara

Nelle giornate del 3, 4 e 5 aprile è stato utilizzato anche un elicottero del Reparto volo di Bologna per il sorvolo dell’intera provincia al fine di vigilare dall’alto sull’andamento degli spostamenti veicolari e segnalare eventuali assembramenti nei luoghi d’interesse della città ( parchi e centro storico ) e del litorale ferrarese alle pattuglie presenti sul territorio. Nella giornata del 5 aprile, lungo il litorale ferrarese, è stato utilizzato anche un drone della Polizia Provinciale.

Il complesso dispositivo di controllo messo a punto per le festività ha previsto l’impiego di circa 200 uomini della Polizia di Stato, Carabinieri, Guardia di Finanza, Polizia Provinciale e Polizie Municipali di cui circa 50 impegnati sui Lidi, 100 in città e 50 nel resto della provincia.

Non si sono rilevate problematiche nelle aree del litorale, nelle quali si è registrato un flusso veicolare regolare, così come la   mobilità delle persone in strada non ha fatto rilevare criticità di sorta in ordine a spostamenti; poche persone anche in città e nel resto della provincia.

I cittadini hanno complessivamente rispettato le disposizioni emanate per il contenimento del Covid-19 e i rafforzati controlli di vigilanza hanno contribuito a scoraggiare eventuali spostamenti non giustificati e iniziative non autorizzate e pericolose per la salute pubblica.

Nonostante, l’intero apparato preventivo abbia assicurato maggiore presenza e visibilità, al fine di garantire una cornice di sicurezza, non sono mancate nel corso dei vari controlli violazioni relativi a spostamenti non giustificati.

In particolare, è stata fermata una 19enne di nazionalità rumena residente a Reggio Calabria, la quale giustificava la sua presenza in città esibendo una autocertificazione nella quale era sottoscritto che il suo spostamento era dovuto a visita medica di natura cardiologica programmata per il giorno 04.04.2021 presso l’Ospedale di Cona, senza mostrare nessuna prenotazione. Dai primi accertamenti effettuati presso l’ Azienda Sanitaria Locale emergeva che non risultavano appuntamenti a nome della ragazza ed altresì che per le festività pasquali tutti gli ambulatori erano chiusi al pubblico. Stante l’accertata mendicità delle dichiarazioni sottoscritte in autocertificazione, si deferiva la ragazza in stato di libertà per il reato di cui all’art. 495 C.P e sanzionata ai sensi dell’art. 4.c.1 D.L. 19-2020 .

Altre persone a vario titolo sono state sanzionate per aver violato le normative AntiCovid in particolare per violazione sugli spostamenti non giustificati e per mancato utilizzo della mascherina.

I risultati complessivi dell’attività di polizia vedono 1.409 persone controllate e 70 sanzioni per violazione norme su Covid.