Ferrara, controlli polizia nelle due torri del grattacielo

0
301

(Sesto Potere) – Ferrara – 14 aprile 2021 – Nella mattinata di ieri, a Ferrara, sono stati svolti ulteriori controlli della Polizia di Stato con il concorso del Reparto Prevenzione Crimine e della Polizia Municipale con una unità cinofile nel complesso delle due torri del grattacielo, per accertare la regolarità delle persone che dimorano o domiciliano nelle unità abitative e il possesso dei titoli per occupare un immobile.

L’attività e i successivi riscontri sono tesi a verificare illeciti sia amministrativi che di natura penale e tutelare la sicurezza dei cittadini sia connazionali che extracomunitari e verificare eventuali omissioni di registrazione dei contratti di locazione all’Agenzia delle Entrate e dell’obbligo di comunicazione all’Autorità di P.S. della cessione di un immobile ad extracomunitari nonchè la presenza di cittadini irregolari.

ph d’archivio questura di ferrara poliziadistato.it

L’attività si è concentrata su due distinte unità abitative già monitorate da settimane in quanto, a seguito di segnalazione di altri condomini, venivano indicati come luoghi di aggregazione di persone extracomunitarie gravate da vari pregiudizi di polizia e condanne penali per reati in materia dell’immigrazione, spaccio e detenzione di sostanze stupefacenti. In particolare un appartamento affittato a un soggetto irreperibile, veniva da qualche tempo occupato abusivamente da un cittadino extracomunitario il quale lo subaffittava ad altri connazionali. La continua attività di monitoraggio permetteva di individuare il conduttore abusivo che dietro compenso agevolava le ospitalità di irregolari, cedendo loro un posto dove passare la notte. Al termine degli accertamenti il proprietario provvedeva a presentare denuncia per occupazione abusiva, mentre l’affittuario veniva deferito all’Autorità Giudiziaria per favoreggiamento dell’immigrazione clandestina. Allo stato, quindi il proprietario è rientrato nel pieno possesso dell’appartamento libero.

L’altro appartamento, di proprietà di un cittadino pakistano, da tempo abbandonato e in condizioni igienico-sanitarie precarie, in accordo con l’amministratore condominiale verrà messo in sicurezza per evitare accessi di abusivi.

Sono state verificate ulteriori 4 unità abitative e identificati 6 cittadini extracomunitari tutti regolari sul territorio nazionale e dai primi riscontri i locatori erano muniti di contratti di affitto regolarmente registrati, e non sono state rilevate omesse comunicazioni di ospitalità all’Autorità di Pubblica Sicurezza.