Ferrara, controlli interforze polizia esercito: denunciate due persone

0
115

(Sesto Potere) – Ferrara – 6 aprile 2021 – Nel pomeriggio un equipaggio della Squadra Volante della Questura di Ferrara veniva inviato dalla Sala Operativa in Piazzale Giordano Bruno in ausilio al personale dell’Esercito per l’identificazione di un cittadino straniero poco collaborativo. I militari, nella loro attività di vigilanza nella ”operazione strade sicure”, avevano fermato per un controllo tre ragazzi, ma uno di questi durante l’identificazione si dava alla fuga, lanciando a terra un piccolo involucro.

Dopo un breve inseguimento il ragazzo veniva fermato, opponendo attiva resistenza tanto da costringere i militari a contenerlo e bloccarlo unitamente agli Agenti di Polizia. Durante la perquisizione il giovane veniva trovato in possesso di una ingente somma di denaro, circa 650, 00 euro in banconote da 50, 20 ,10 e 5 e l’involucro recuperato conteneva sostanza stupefacente del tipo marijuana per gr. 5.

Gli accertamenti facevano emergere che il giovane, un cittadino nigeriano di anni 24 residente in altro comune, risultava essere gravato da vari precedenti di polizia e colpito dalla misura di prevenzione del Foglio di Via Obbligatorio con divieto di ritorno a Ferrara per tre anni.

Al termine delle formalità di rito, l’uomo veniva indagato in stato di libertà per resistenza a pubblico ufficiale e per aver violato le prescrizioni inerenti al Foglio di Via Obbligatorio.

In Piazza Travaglio veniva segnalato un uomo armato di coltello che molestava e minacciava i passanti. Gli Agenti lo rintracciavano in via Bologna e gli intimavano di fermarsi, ma il soggetto non rispondeva agli inviti così da costringere gli operatori ad un avvicinamento in sicurezza e a immobilizzarlo. Durante la perquisizione sotto la felpa veniva rinvenuto un coltello da cucina con lama metallica, per una lunghezza totale di cm 30.

Accompagnato in Questura per accertamenti l’uomo veniva deferito all’A.G. per minacce aggravate e porto ingiustificato di oggetto atto ad offendere .