Ferrara, controlli interforze per applicazione Dpcm

0
100

(Sesto Potere) – Ferrara – 16 novembre 2020 – I dispositivi operativi dedicati con l’impiego di personale della Polizia di Stato, Arma dei Carabinieri, Guardia di Finanza, Polizia Municipale e Polizia Provinciale, nella fascia pomeridiana, in particolare nelle giornate di venerdì, sabato e domenica , quando si registrano i maggiori assembramenti al fine di assicurare il rispetto della normativa vigente emanata per fronteggiare e contenere l’emergenza sanitaria legata alla nuova e crescente diffusione del  Covid-19, hanno consentito di garantire, nel complesso, il rispetto delle normative anti Covid, non riscontrandosi situazioni di pericolo per la salute pubblica.

Non sono mancati gli interventi da parte degli operatori, in particolar modo nel pomeriggio di sabato tra le 16:30 e le 18:00, per invitare i vari gruppetti informali che si erano venuti a creare spontaneamente, complice “ l’ultimo aperitivo “ e ancor di più l’evento dell’accensione delle luminarie nel centro cittadino.

Immediata è stata la risposta degli operatori per ridurre eventuali profili di rischio di sovraffollamento , attraverso il posizionamento di transenne all’inizio di Porta Reno e di via Martiri della Libertà, ponendo in essere un momentaneo contingentamento degli ingressi e continui richiami con l’altoparlante a mantenere le distanze di sicurezza.

Due gli interventi sanzionatori, di particolare interesse effettuati presso due esercizi pubblici cittadini.

Nel primo caso, intorno alle 17:45 circa veniva segnalata, all’interno di un esercizio pubblico, la presenza di gruppetti di ragazzi seduti ai tavoli (vedi foto, ndr) in numero superiore a quattro. L’intervento della Squadra Amministrativa della Questura consentiva di riscontrare all’interno dell’esercizio diversi tavoli, anche con 15/20 giovani, alcuni dei quali addirittura stavano festeggiando un compleanno. Al titolare del locale veniva contestata la violazione ex art 4 del Decreto legge n. 19/2020 “Misure urgenti per fronteggiare l’emergenza epidemiologica da Covid-19”, 

Il secondo intervento presso un’attività commerciale sita in via Carlo Mayr ove le pattuglie preposte al controllo notavano la mancata interruzione della somministrazione di bevande dopo le ore 18.00. Attesa la presenza di numerosi avventori intenti ancora a consumare le bevande, di cui alcuni responsabili di aver rivolto a due agenti della Polizia Municipale frasi ingiuriose ed offensive, per evitare problemi di ordine e sicurezza pubblica venivano fatte intervenire altre pattuglie della Polizia di Stato e dell’Arma dei Carabinieri per cercare di calmare gli animi e allontanare gli avventori. Il titolare veniva sanzionato per non aver interrotto la somministrazione delle bevande entro le 18:00.