Ferrara, bilancio attività del weekend del poliziotto di prossimità

0
189

(Sesto Potere) – Ferrara – 3 maggio 2021 – La preziosa attività di prevenzione svolta dal Poliziotto di Prossimità ha permesso di verificare le posizioni di soggetti che con le loro condotte incivili contribuivano ad elevare la percezione di insicurezza nei cittadini ed esercenti del centro storico di Ferrara.

i poliziotti di prossimità

Nella giornata di ieri, personale della Polizia di Stato notava due persone in atteggiamento sospetto all’interno di un parco cittadino che alla vista degli Agenti prima cercavano di nascondersi dietro degli arbusti e poi di allontanarsi frettolosamente come se volessero celare qualcosa. Immediatamente fermati si mostravano da subito molto nervosi, senza altresì fornire un’idonea motivazione che giustificasse la loro presenza in quel luogo, quando improvvisamente uno dei due cittadini extracomunitari di nazionalità nigeriana portava la mano contenente un involucro di colore rosa alla bocca e lo ingeriva senza che gli Agenti potessero impedire l’azione.

I poliziotti procedevano alla sua perquisizione personale rinvenendo nella tasca dei jeans una sigaretta confezionata artigianalmente contenente sostanza stupefacente di tipo marijuana di circa 1 gr e nel portafogli un ovulo di colore rosa, uguale a quello che aveva appena ingerito contenente circa 0,50 gr. del tipo eroina. Gli accertamenti facevano emergere che il giovane nigeriano di anni 24 risultava essere gravato da vari precedenti di polizia e condanne per reati contro la persona, in materia di stupefacenti ed altro; pertanto veniva deferito in stato di libertà all’A.G. per detenzione ai fini di spaccio.

questore di ferrara

L’altro straniero alla richiesta di esibire i propri documenti riferiva di non averli. Dai primi accertamenti lo straniero gravato da vari precedenti penali risultava inottemperante al provvedimento di espulsione e ordine di allontanarsi dal T.N.; pertanto veniva emesso e notificato un nuovo provvedimento di espulsione e ordine di allontanamento dal territorio nazionale e deferito all’A.G..

Il Questore di Ferrara, Cesare Capocasa, valutato il comportamento del cittadino nigeriano 24enne , previa verifica dei fatti indicati e attraverso l’acquisizione dei necessari elementi informativi, attesa che la condotta costituisce una minaccia per la sicurezza pubblica , ha disposto nei suoi confronti la misura di prevenzione del “Daspo Urbano” (misura contro lo spaccio e l’accattonaggio), con divieto di accedere per tre anni, in locali pubblici o aperti al pubblico ovvero nelle vicinanze di plessi scolastici ubicati nelle vie e piazze indicate nel provvedimento. L’eventuale violazione di tale provvedimento sarà punito con la pena della reclusione da sei mesi a due anni e la multa da 8.000 a 20.000 euro.

In tale contesto gli Agenti del Poliziotto di Prossimità, sempre nella giornata di ieri hanno controllato un uomo che in centro con fare molesto e insistente chiedeva del denaro ai passanti. La persona, di nazionalità polacca, risultava gravata da vari pregiudizi di Polizia e rintracci per notifica di atti giudiziari. Accompagnato in Questura, non avendo una fissa dimora né un reddito sufficiente al proprio sostentamento veniva, emesso un provvedimento di allontanamento volontario entro 10 giorni.