Ferrara, 179 persone identificate e 2 sanzioni per violazioni norme anti-Covid

0
171

(Sesto Potere) – Ferrara – 2 giugno 2021 – Continuano i servizi straordinari / quotidiani di controllo del territorio disposti dal Questore di Ferrara con l’obiettivo di continuare ad assicurare e mantenere, attraverso una costante attività di prevenzione e presenza sul territorio,  le condizioni di un’autentica tranquillità pubblica, riducendo la percezione di insicurezza dei cittadini.

L’attività viene svolta nelle zone più sensibili della città,  dal Reparto Prevenzione Crimine di Bologna (unità operative specializzate nel controllo del territorio che rappresentano una task force di pronto intervento della Polizia di Stato, una risorsa strategica per servizi di alto impatto), e da aliquote territoriali .

Nella tarda serata di ieri personale della Volante interveniva in via Garibaldi in quanto veniva segnalata una persona con atteggiamenti molesti nei confronti di alcuni residenti. Sul posto gli Agenti individuavano la persona segnalata che da subito si mostrava insofferente e riottoso al controllo e a declinare le proprie generalità ed esibire un documento di identità. Lo stesso nel fornire le proprie generalità dava diverse versioni del proprio cognome e del luogo di nascita manifestando insicurezza e titubanza, tanto che gli Agenti lo accompagnavano in Questura per accertare la reale identità. Al termine degli accertamenti l’uomo 30enne gravato da vari pregiudizi di polizia veniva deferito all’A.G. per aver fornito falsa attestazione della propria identità a pubblico ufficiale e sanzionato amministrativamente per violazione del lock dwon .

controlli covid19 a Ferrara

Nella giornata di ieri personale della Polizia di Stato interveniva all’interno di un market di via Modena in quanto personale addetto alla sicurezza aveva segnalato la presenza di una donna che molestava gli avventori.

Sul posto, l’addetto alla vigilanza indicava la donna e riferiva agli Agenti di aver notato la stessa, priva del dispositivo di protezione individuale che si aggirava tra le corsie avvicinando i clienti e chiedere insistentemente l’elemosina, e nonostante l’invito ad indossare la mascherina e a lasciare l’esercizio commerciale, la donna mostrandosi poco collaborativa iniziava a proferire parole senza senso a voce alta e a insultarlo.

Durante l’identificazione gli Agenti rilevavano che, la donna 40 enne di nazionalità rumena, presentava i sintomi di uno stato di ubriachezza come alito vinoso e andatura barcollante; pertanto al termine degli accertamenti veniva sanzionata amministrativamente per ubriachezza manifesta e contravvenzionata per non aver indossato la mascherina.

Due cittadini extracomunitari, un marocchino di anni 24 e un nigeriano di anni 27 fermati per un controllo, alla richiesta di esibire i propri documenti riferivano di non averli. Dai primi accertamenti entrambi gli stranieri, gravati da vari precedenti di Polizia in materia di sostanze stupefacenti risultavano inottemperanti al provvedimento di espulsione e ordine di allontanarsi dal T.N.; pertanto venivano emessi e notificati un nuovo provvedimento di espulsione e ordine di allontanamento dal territorio nazionale e deferiti all’A.G..

In via Porta Reno veniva fermato per un controllo un cittadino residente in altro comune già noto alla Polizia per vari precedenti di Polizia nonché della misura di prevenzione del F.V.O. emessa dal Questore di Ferrara, con divieto di far ritorno nel capoluogo per tre anni; pertanto veniva indagato per inottemperanza al foglio di via obbligatorio.

Il bilancio dell’attività di polizia vede 4 persone denunciate a piede libero; 179 persone identificate di cui 29 con precedenti di polizia; 82 veicoli controllati; 9 posti di controllo; 25 esercizi commerciali controllati; 2 provvedimento di espulsione dal Territorio nazionale, una sanzione per ubriachezza manifesta e 2 sanzioni per violazioni delle norme anti-Covid.