Ferrana, nuovi arresti al Gad

0
475

(Sesto Potere) – Ferrara – 11 giugno 2020 – Proseguono sempre più serrati, i servizi di ordine e sicurezza pubblica disposti dal Prefetto e pianificati dal Questore di Ferrara, nell’area cittadina “GAD” comprensiva di Porta Catena, attraverso l’impiego di personale dipendente di una aliquota del Reparto Mobile e della Polizia Municipale, con unità cinofile, con i seguenti risultati: 1 persona arrestata , 3 persone denunciate a P.L. , 1 provvedimenti e ordine di espulsione dal T.N. , 124 persone identificate risultate regolari, 84 veicoli controllati e 2 esercizi commerciali controllati

Nel pomeriggio di ieri, lungo questa via Ortigara, veniva fermato un cittadino extracomunitario di nazionalità nigeriana di anni 22 senza avere al seguito il permesso di soggiorno e altro documento di identità, dichiarando di averli dimenticati a casa; pertanto veniva accompagnato in Questura per l’ identificazione.

Dal foto-segnalamento emergeva un ricorso in atto avverso il diniego della richiesta di asilo, oltre ad annoverare precedenti penali e di polizia. Veniva sanzionato per non aver al seguito i documenti attestanti la regolare presenza nel territorio

Nella tarda serata di ieri personale della Polizia di Stato fermava e controllava un ragazzo rumeno di anni 31 che si aggirava nel piazzale della stazione in sella ad una bicicletta, senza alcun documento di identità.

Alla richiesta di chi fosse il velocipede modello donna, di una marca prestigiosa, ammetteva fin dall’inizio che non era di sua proprietà e ne giustificava il possesso affermando di averla ricevuta in uso da una terza persona, non ancora identificata, sulla cui reale esistenza gli agenti nutrivano non pochi dubbi.

Da ulteriori accertamenti emergevano a suo carico numerosi precedenti penali e di Polizia per reati contro il patrimonio e per porto abusivo di armi, ed altresì un provvedimento di allontanamento dal territorio nazionale, notificatogli in data 26.05.2020 con ordine di lasciare il territorio nazionale entro 30 giorni. Il giovane rumeno veniva denunciato per il reato di ricettazione.

Nella giornata di ieri, a carico di un cittadino Bosniaco di 40 anni, al termine della misura cautelare in carcere, per un cumulo di pene a seguito di numerose condanne per lesioni personali, abbandono di minori, evasione, furto aggravato, ricettazione, violenza privata, rifiuto accertamenti tasso alcoolemico alla guida, guida in stato di ebrezza alcoolica, veniva emesso e notificato, sulla base di elementi di fatto di pericolosità sociale, un provvedimento di espulsione e ordine del Questore di allontanarsi dal territorio nazionale.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here