Fase 2, Forlì e Co: “Giunta Zattini latita, l’emergenza non aspetta”

0
251
calderoni e morgagni

(Sesto Potere) – Forlì, 6 maggio 2020 – “Abbiamo richiesto -insieme ai colleghi del gruppo PD- la convocazione urgente delle Commissioni consiliari congiunte per discutere delle iniziative che il Comune di Forlì dovrà mettere in atto per sostenere la ripresa economica e sociale. E poiché la situazione è tale da poter dire che siamo di fronte ad un passaggio epocale, abbiamo ritenuto indispensabile che a questo confronto prendessero parte tutte le associazioni di categoria, le rappresentanze economiche e sociali e le Organizzazioni sindacali, che abbiamo dunque chiesto di invitare a partecipare alle Commissioni.”: così Federico Morgagni a nome del  gruppo consiliare Forlì e Co.

morgagni

“Lo scorso 18 aprile, il sindaco di Forlì Zattini aveva finalmente convocato una riunione di tutti i gruppi consiliari, dopo nostre ripetute insistenze, per un confronto sulle prospettive in vista della cosiddetta Fase 2 dell’epidemia da COVID-19. In quella sede lo stesso Sindaco aveva annunciato che avrebbe riconvocato settimanalmente il tavolo per lavorare insieme su proposte concrete nell’interesse dei cittadini e della collettività. Ma oggi, 6 maggio, a quasi tre settimane di distanza da quell’impegno, alle parole non sono seguiti i fatti e non abbiamo nemmeno ricevuto nessuna informazione su cosa la giunta intenda fare per fronteggiare l’emergenza”.

“Ritenendo che la città non potesse più permettersi questi tempi morti”: ne è nata la richiesta di convocare urgentemente le Commissioni consiliari congiunte affrontare il tema delle iniziative da mettere in campo per rilanciare l’economia e sostenere il tessuto sociale cittadino.

“Rimane incredibile che il sindaco Zattini non abbia tenuto fede a quanto lui stesso aveva promesso e che dall’inizio della crisi continui a cercare di fronteggiare un’emergenza epocale in maniera del tutto autoreferenziale, senza accogliere il contributo di nessuno e mostrandosi incapace di lavorare al di sopra delle appartenenze di parte e per il bene dei forlivesi”: conclude il gruppo consiliare Forlì e Co.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here