“Fase 2”, app e braccialetti elettronici per tracciare i positivi al virus

0
297

(Sesto Potere) – Roma – 21 aprile 2020 – Il Governo italiano per il tracciare i contatti dei soggetti risultati positivi al virus, nella “Fase 2” dell’emergenza covid-19 ha scelto –   con contratto firmato il 20 aprile dal ministero della Salute – la app “Immuni” , sviluppata dall’italiana Bending Spoons, con applicazione per iOS e Android, che permetterà un download gratis e su base volontaria quando dovrebbe essere disponibile a tutti, entro inizi maggio. Questo si legge in un’approfondita analisi del il sito Agendadigitale.it

Il Governo ha precisato che l’app sarà inizialmente sperimentata in alcune regioni pilota (oltre che, a quanto sembra, nelle sedi di Maranello e Modena della Ferrari, nell’ambito del progetto Back on Track), per poi essere adottata a livello nazionale.

Il dibattito è aperto , però, sull’ipotesi che la app sia resa obbligatoria, di fatto, per tutti gli italiani e la Commissione tecnico-scientifica sul coronavirus nominata dal governo starebbe per formalizzare questa proposta: l’utilizzo della app come condizione necessaria per poter fruire dei vantaggi della mobilità consentita nella fase 2 , magari abbinata all’annunciata e abbinandola all’ autocertificazione (ora cartacea ma la si vorrebbe in futuro: digitale) necessaria per uscire di casa in questa emergenza sanitaria.

Un’ipotesi – ne stanno discutendo  Domenico Arcuri e la task force di Vittorio Colao – che potrebbe formalizzarsi nei prossimi giorni: annuncia sempre il sito Agendadigitale.it.

E si ragiona anche sulla proposta del braccialetto elettronico, sul modello sudcoreano , per rintracciare le persone che ignorano l’ordine di restare in quarantena. 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here