Fase 2: +35% e +40% passeggeri su treni regionali, Frecce e Intercity

0
293

(Sesto Potere) – Bologna – 19 maggio 2020 – Nel giorno della ripartenza, il 18 maggio, Trenitalia ha registrato un aumento del 35% sui treni regionali e del 40% su Frecce e Intercity dei passeggeri rispetto alla media giornaliera della settimana compresa fra l’11 e il 15 maggio.

Complessivamente, si tratta di 288mila persone che hanno utilizzato i treni Regionali e 7mila saliti a bordo delle Frecciarossa e Frecciargento dell’Alta Velocità e degli Intercity.

Numeri in crescita , ma distanti dal numero di persone che abitualmente viaggiavano nel periodo antecedente il Covid-19, si stima appena il 19,4% dei pendolari di sempre.

freccia rossa

L’indice di riempimento medio sui Treni Regionali, calcolato su una disponibilità di posti dimezzata per poter consentire il distanziamento sociale, era pari al 23,2%, una percentuale che nella fascia oraria di entrata e uscita dal lavoro tende a crescere, ma senza aver mai generato criticità.

Trenitalia ha comunicato di aver garantito a livello nazionale quasi 2 treni su 3, con situazioni diversificate sulla base delle esigenze del territorio e del contesto sociale e produttivo, arrivando a picchi del 100% come per alcuni collegamenti metropolitani, ad esempio a Roma Capitale.

Nel dettaglio: dal 18 maggio Trenitalia ha messo in linea più del doppio delle Frecce  , passate da 18 a 38, e triplicato gli Intercity , passati da 6 a 20.

Trenitalia ricorda infine che  tutti i passeggeri di Frecciarossa e Frecciargento, a prescindere dal livello di servizio in cui viaggiano, sono stati accolti a bordo con un safety kit, composto da mascherina, gel igienizzante per mani, guanti in lattice e poggiatesta monouso.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here