Faenza. Il fiuto di Dalia e Dark per la sicurezza della città

0
85

(Sesto Potere) – Faenza – 22 luglio 2021 – È stata recentemente sottoscritta una convenzione tra il corpo della polizia locale dell’Unione della Romagna faentina e il ‘Nucleo cinofilo Emilia Romagna ODV’ per attività integrative a sostegno di servizi del corpo della polizia locale nell’ambito del presidio del territorio e servizi nei pressi degli istituti scolastici.

Nello specifico, è previsto un programma operativo di collaborazione nel corso di manifestazioni pubbliche, sportive, feste e sagre. Ma i volontari cinofili, come già fatto in precedenza anche con altre forze di polizia di Faenza e di altre città, potranno affiancare gli agenti della ‘locale’ anche in operazioni di controllo nei parchi e nelle aree verdi, nei pressi degli istituti scolastici e in zone particolarmente sensibili, soprattutto nell’ambito del contrasto alla lotta agli stupefacenti, una delle tematiche che il Comando di via Baliatico sulle quali ha recentemente puntato la propria attenzione.

Siamo particolarmente onorati -sottolinea l’assessore alla sicurezza, Massimo Bosi- di poter disporre sul nostro territorio di una così prestigiosa collaborazione e siamo altresì pronti a far lavorare i nostri agenti della polizia locale assieme ai volontari del Nucleo cinofilo e tutte le forze dell’ordine in servizi per la sicurezza in città. Inoltre, poter disporre di addestratori cinofili abilitati a livello nazionale è un ulteriore motivo di orgoglio”.

L’associazione di volontariato ‘Nucleo Cinofilo Emilia Romagna’

La realtà ha sede a Faenza ed è stata costituita alla fine del 2020. Alcuni dei soci sono ‘conduttori specializzati’, qualifica rilasciata dalla Federazione Cinofili della FENALC.

Il gruppo, costituito da una ventina di volontari, può contare sul fiuto di due giovani cani di razza Pastore belga ‘Malinois’, Dalia e Dark, che hanno ottenuto la certificazione per la ricerca di ‘sokks drug’, specializzati quindi nella ricerca delle principali sostanze stupefacenti e in fase di ottenimento della certificazione per la ricerca esplosivi. L’associazione ha inoltre in addestramento due ulteriori esemplari, Cheetah e Cia, di razza Pastore olandese.

Il Nucleo ha tra i suoi conduttori un operatore con qualifica di ‘Istruttore di corsi’ per la certificazione di nuovi conduttori e cani per la ricerca. Da sottolineare che per l’addestramento nella ricerca delle varie sostanze stupefacenti, l’associazione utilizza prodotti specifici brevettati privi di principi attivi. Così addestrate e certificate, le ‘Unità cinofile’ rispondono ai requisiti richiesti per essere impiegate in qualità di ausiliari di Polizia Giudiziaria, nello svolgimento delle delicate indagini condotte dalle forze di polizia. Queste hanno già operato in più occasioni nel territorio di Imola, Faenza e Forlì in indagini durante le quali, i cani sono risultati determinanti per il rinvenimento di sostanze stupefacenti occultate sia sulle persone che in luoghi pubblici, come parchi, veicoli e abitazioni.

Tra gli intenti dell’associazione c’è la costituzione di una sezione cinofila formata da cani già appartenenti alle forze dell’ordine, affiancati da elementi più giovani, in corso di addestramento da parte di personale, anch’esso proveniente da Reparti cinofili delle forze dell’ordine, per la ricerca di esplosivi, persone scomparse o sostanze stupefacenti. Inoltre, l’associazione vuol offrire supporto alle polizie locali, alle forze di polizia e ad altri enti e amministrazioni, in qualità di ausiliari di polizia giudiziaria, nella ricerca di persone scomparse, esplosivi o sostanze stupefacenti, ma anche segnalare agli organi di polizia eventuali criticità in atto che possano arrecare turbamento dell’ordine o della sicurezza pubblica.